sosteniamo il forum

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

    Hei ma io sono un musicista è il mio non è un sito commerciale tanto è vero che non ci sono neanche i prezzi..ora me la rimettete la firma ? :D

    Poi ognuno fa come vuole ma mi lascia perplesso sta cosa che chi è mod e lavora gratis al forum puo' mettere in firma quello che vuole e chi contribuisce con nozioni interessanti no.

    Post was edited 1 time, last by “Sonicologico” ().

    Un sito commerciale non è commerciale per la presenza di un tariffario o no.. è un sito che offre un servizio a pagamento ed è strutturato in maniera tale da far capire subito che su quel sito si può commissionare un lavoro dietro pagamento. Che poi il sito abbia anche altre cose di contorno(informazioni, tutorial ecc) non centra , di fatto è una vetrina professionale, per chi fa di quella cosa la sua professione (o comunque ci ricava un provento con una certa frequenza) e non ne fa un segreto.

    Poi sul discorso delle politiche delle firme, delle logiche per cui qui si fa così e non si seguono altri esempi di altri forum, e se sia giusto o no liberalizzare questa cosa si tratta di una scelta che è stata fatta in passato di consentire in quando forum di home recording (o frequentato prevalentemente da home recorders) solo la firma al sito personale; scelta alla quale ci adeguiamo e che sarà completata con la definizione dell'utente professionale..

    Sonicologico wrote:

    mi lascia perplesso sta cosa che chi è mod e lavora gratis al forum puo' mettere in firma quello che vuole e chi contribuisce con nozioni interessanti no.
    non è questo il punto, non abbiamo un bonus in quanto mods :), per quanto mi riguarda il sito e il blog che ho in firma non sono dei siti professionali sono siti personali e per questo tollerati.
    "...a alma é o segredo do negócio..." Zeca Baleiro

    Post was edited 1 time, last by “eumir” ().

    lordadb wrote:

    Credo proprio che eumir possa tenere quel che vuole nella sua firma, non credi? Dico, oltre a spippolarsi il forum per tenerlo in ordine e sorbirsi una valanga di insulti al mese.

    ???? Messa cos'ì è davvero bruttina.

    Sonicologico wrote:

    Hei ma io sono un musicista è il mio non è un sito commerciale tanto è vero che non ci sono neanche i prezzi..ora me la rimettete la firma ? :D

    Poi ognuno fa come vuole ma mi lascia perplesso sta cosa che chi è mod e lavora gratis al forum puo' mettere in firma quello che vuole e chi contribuisce con nozioni interessanti no.
    appunto...

    DBarbarulo wrote:

    eumir,
    mi pare chiaro che tu non faccia attività commerciale sulla tua home page e che quindi la tua firma non vada contro IL REGOLAMENTO...
    Nel mondo reale io sarei solo contento se tu vendessi 10.000 CD grazie al transito generato da UAR. La situazione per me indigesta è che sia stata chiesta la rimozione di link che come il tuo sito non vendono niente. A dire il vero, nel mio caso, nemmeno il mio dominio .com è abilitato all'e-commerce, infatti non ci sono pubblicati prezzi e listini... figurati una pagina facebook su cui vengono pubblicati i lavori svolti che naturalmente sono reperibili su youtube ecc. Questo atteggiamento di censura è sintomo di malafede da parte di UAR che di fatto agisce per "prevenire possibili (quanto improbabili) introiti connessi" e nemmeno diretti. Come sempre la discussione si chiude con "il pallone è mio ed era gol". Quindi di nuovo a ripeterci... :thumbup: in una spirale infinita.
    Per concludere, nei miei MP ho una mail di Jump di Aprile 2012 in cui parla di "cose in divenire... sviluppi... ecc." mo siamo a maggio 2013, non guardare aprile-maggio ma 2012-2013.

    DB
    appunto...
    I mod cercano di tenere a galla una barca che sta affondando e il capitano si è già defilato da tempo. Per dirla chiara, Lorenzo non risponde alle chiamatedei suoi mod ormai da mesi. Io stesso ho chiesto uno spazio pubblicitario a pagamento sei mesi fa, nessuna risposta...

    Faccio una proposta: LIBERALIZZIAMO E AUTOGESTIAMOCI.

    Interveniamo solo per vietare cose porniografiche o violente e DIVERTIAMOCI UN PO' :)
    eumir, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. Ciò che dici è un processo alle intenzioni ed è anticostituzionale.
    A me, oltre che anticostituzionale, sembra una visione poco lungimirante. Stiamo parlando di questioni di puro principio e per il diletto di farlo. Adesso apro un dominio DBarbarulo.it e mi chiederete di firmarmi Gaetano Cammarota? Potreste obbligarmi a parlare solo bene di un determinato marchio perchè è inserzionista?
    Cosa tu faccia per mestiere non sono affari della comunità a patto che tu faccia la tua parte per contribuire alla crescita culturale e certamente non ti metta a fare spamming con le offerte last minute o outlet. Meglio, mi chiedo di fondo perchè la comunità non dovrebbe essere schierata dalla tua parte se sei un tecnico, un avvocato, un foniatra ecc. invece di cercare di tassarti e lucrare sulle tue spalle dato che la stessa comunità senza contributo tuo, come il mio, dell'avvocato, del foniatra ecc. non esisterebbe nemmeno.
    Quindi è vero che il pallone non è mio nel senso che non pago la bolletta a fine mese, ma è altrettanto mio dato che per 10 anni ho fatto la mia parte per mantenerlo gonfio.

    DB
    se vendete il database mi incazzo.
    Eumir ma non è assolutamente polemica è giusto per dare infomazioni piu' corrette. Per quello che ne so ci sono delle specifiche chiare e non "ha come viene interpretato" i tra COMMERCIALE E NON COMMERCIALE quali partita IVA e e tariffe, il resto sono "ipotesi".

    Un autore/compositore che spacca puo' fare anche 500 euro al giorno e avere un sito comunissimo solo con semplice musiche, che fa non è a scopo commerciale la sua vetrina ?
    Ripeto senza polemica ma non capisco davvero la logica del metro di giudizio.

    Sonicologico wrote:

    Eumir ma non è assolutamente polemica è giusto per dare infomazioni piu' corrette. Per quello che ne so ci sono delle specifiche chiare e non "ha come viene interpretato" i tra COMMERCIALE E NON COMMERCIALE quali partita IVA e e tariffe il resto sono "ipotesi".

    Un autore/compositore che spacca puo' fare anche 500 euro al giorno e avere un sito comunissimo solo con semplice musiche, che fa non è a scopo commerciale la sua vetrina ?
    Ripeto senza polemica ma non capisco davvero la logica del metro di giudizio.


    DBarbarulo wrote:


    ...è processo alle intenzioni ed è anticostituzionale.


    :thumbdown:
    se vendete il database mi incazzo.

    bronzon wrote:

    I mod cercano di tenere a galla una barca che sta affondando e il capitano si è già defilato da tempo. Per dirla chiara, Lorenzo non risponde alle chiamatedei suoi mod ormai da mesi. Io stesso ho chiesto uno spazio pubblicitario a pagamento sei mesi fa, nessuna risposta...

    Faccio una proposta: LIBERALIZZIAMO E AUTOGESTIAMOCI.

    Interveniamo solo per vietare cose porniografiche o violente e DIVERTIAMOCI UN PO' :)


    Conta sul mio aiuto
    se vendete il database mi incazzo.
    Sono più che altro un lurker, da molto tempo,
    non scrivo quasi mai, ho imparato moltissimo da questo forum e vi ringrazio di esistere!

    detto ciò,
    ho letto che ci sono molte idee in questo thread,
    magari basterebbe solo aggiungere una sezione commerciale, una sui tutorial, sui contest, eventi, non lo so... magari basta solo strutturarlo in modo un po' diverso questo forum.

    a me sinceramente piacerebbe sapere se ci sono degli eventi e dei corsi di mix nella mia zona, ma trovo corretto che nella sezione mixaggio e mastering non siano pubblicizzate.

    sarebbe comodo sapere quali studi e quali salette prove ci sono nella mia zona, con un piccolo motore di ricerca. il proprietario della sala paga una piccola fee a hsi e io utente di hsi quando vado in saletta potrei avere un piccolo sconto.
    ci guadagnerebbero tutti se si fa "rete"

    alcuni thread sarebbe bello riassumerli in degli articoli/tutorial o in piccoli tips and trix

    largo ai contest, anche in forma didattica. del tipo il vincitore fa un masterclass su come, quando e perchè ha usato quel plugin per ottenere quel suono, nel mixaggio vincente.
    ma non solo anche contest musicali per band/produttori emergenti. se fossi un telent scout, qui potrebbe il posto giusto.

    saluti
    charly

    Flavio (ex fbin) wrote:

    Messa cos'ì è davvero bruttina.
    Non pretendo di essere un maestro di stile, ma questo è il mio personale punto di vista. Che poi sfrutti la situazione o meno... basta guardare la mia firma per giudicare le mie azioni, che rimangono comunque coerenti.
    E in ogni caso stiamo parlando del nulla, non so se ce ne siamo accorti.

    Detto questo, nessuno in staff è a favore di una eventuale autogestione, non ne abbiamo la minima intenzione, non ne abbiamo gli strumenti, non avrebbe senso e neppure ci interessa. Il forum rimane del rispettivo proprietario al quale spetta qualunque tipo di decisione amministrativa e/o direzionale.
    DB secondo me il sapere di un forum è dato dal contributo (anche autorevole di alcuni utenti, sicuramente) che si sedimenta post dopo post e diventa un piccolo tesoro negli anni... scegliendo di partecipare liberamente ad un forum si contribuisce evidentemente ad alimentare queste conoscenze, a metterle a disposizione (è chiaro che sono proprietà intellettuale tua), però si prende automaticamente e qualcosa ti ritorna.

    Per questo motivo non credo che sia corretto ragionare nei termini di lucrare perchè prima di tutto allo stato attuale mi risulta che non ci sia un lucro, secondo perchè puoi gonfiare il pallone quando vuoi anche perchè qualcuno ha creato il campetto e tutte le regole, e puoi entrare a giocare nelle altre squadre perchè c'è quacuno che ha visto come sei bravo a fare la rovesciata qui (sicuramente non hai bisogno di questo posto ma è per continuare la metafora) :).

    Poi si può ragionare sul fatto che non sia lungimirante comportarsi in un certo modo, si può ragionare su che significa commerciale, sulle regole per determinare se un utente è un commerciale "furbetto" o "sborone", se è giusto imporre questi vincoli (e qui non tutti in staff sono stati sempre d'accordo) ma leggiti il post di Bronzon e capisci la situazione

    Per dirla semplice secondo le famosa distinzione Epicuriana tra beni primari, secondari e vani... qui stiamo pensando ai beni primari (naturali e necessari), per questo ho detto prima che la situazione è in divenire e chiedevo di pazientare... non è per temporeggiare..

    e ho detto pure che questo 3d ci mette "in profondo imbarazzo" perchè è veramente una mazzata in fronte ogni volta scendere nella mischia... :)
    "...a alma é o segredo do negócio..." Zeca Baleiro
    ciao Charly,
    la discussione è passata anche attraverso queste considerazioni ma non sono attuali/attuabili.
    La sezione corsi esiste (esisteva?) ma non si può pubblicare notizia di corsi dove ci sia da pagare qualcosa. Non ci sono corsi dove non ci siano spese da sostenere. Non ci sono corsi nella sezione Corsi.
    Un proprietario di sala prove deve pagare per essere incluso in un database? Ci sono database che pagano per includere strutture professionali.
    Una testata editoriale deve avere dei contenuti tanto da interessare gli utenti. Più utenti transitano più la testata diventa appetibile agli sponsor. Gli sponsor non sono i poveri cristi che gestiscono studi e sale prova a 12 euro ora. Sono i costruttori, gli importatori, i distributori, i megastore ecc. gente con fatturati da 1000 euro al giorno.
    Nel rapporto "do ut des" per una testata poter confidare sull'apporto di figure professionali è pacifico che i professionisti in questione ne abbiano un ritorno.

    DB
    se vendete il database mi incazzo.

    lordadb wrote:

    Flavio (ex fbin) wrote:

    Messa cos'ì è davvero bruttina.
    Non pretendo di essere un maestro di stile, ma questo è il mio personale punto di vista. Che poi sfrutti la situazione o meno... basta guardare la mia firma per giudicare le mie azioni, che rimangono comunque coerenti.
    E in ogni caso stiamo parlando del nulla, non so se ce ne siamo accorti.

    Detto questo, nessuno in staff è a favore di una eventuale autogestione, non ne abbiamo la minima intenzione, non ne abbiamo gli strumenti, non avrebbe senso e neppure ci interessa. Il forum rimane del rispettivo proprietario al quale spetta qualunque tipo di decisione amministrativa e/o direzionale.

    Ma ci mancherebbe... Il tuo punto di vista è chiarissimo e rispettabilissimo.

    Il fatto è che si sta parlando di regolamento (quindi norme, vincoli, etc) che deve per forza di cose esulare dai pareri personali.

    Il parere personale è il mio quando mi permetto di far notare qualcosa che vorrei fosse diverso, ma se scrive un mod non può parlare a titolo personale, o quantomeno non lo deve fare nel momento in cui indossa il cappellino da mod.
    Così come un mod non può non rispettare ciò che è imposto agli altri solo perchè lui 'si fa il mazzo'.

    Allora mettiamo nel regolamento che i mod fanno quello che gli pare e agli altri non deve fregare nulla e nessuno può sindacare.
    Dal punto di vista di regolamento potrebbe essere anche corretto. I pareri personali degli utenti poi magari non lo appoggerebbero ma questa è un'altra storia. Ognuno è libero di accettare o meno tale regolamento.

    Questo è ciò che penso io su questa questione e come dicevo già, non voglio innescare la polemica con nessuno ma solo mi permetto di dire la mia perchè ci tengo a questo forum e perchè lo vedo crollare di giorno in giorno.
    E questo mi dispiace molto.

    Ciao
    Flavio
    Eumir,
    è chiaro a tutti che il problema non siete voi moderatori, lo abbiamo già scritto, ma che invece sia l'assenza di una guida efficiente. Quindi per quanto possiate sentirvi in imbarazzo so che nessuno di voi si può sentire/definire intimamente responsabile del malcontento che di tanto in tanto affiora. Quindi ripeto, parliamo per parlare e magari offriamo spunto di riflessione.
    Ritorno brevemente alla metafora del pallone anche se non stiamo quì a scrivere di giurisprudenza, ma è prassi che i proprietari sostengano al cospetto della legge che il collaboratore X lo faceva per diletto... ripeto, non ci impelaghiamo. Rimaniamo sulla lungimiranza. Portiamo la metafora sulla gestione farraginosa dello Stato italiano. Stiamo senza un euro. Invece di chiedersi come produrre ricchezza si ricorre alla tassa sulle scorregge distribuendo fagioli. Stiamo ancora quì a pontificare sull'utente che deve pagare, la questua, la tassa ai pro??
    se vendete il database mi incazzo.