1 presa corrente...quanto regge?

    1 presa corrente...quanto regge?

    Una domanda per chi ne sa di corrente ed elettricitá :D
    Ho una presa a muro disponibile (con impianto elettrico recente ed a norma) e dovrei collegarci tutto questo materiale :
    -iMac 27
    -2 coppie di monitor nearfield (quindi 4 prese)
    -2 HD esterni
    -Interfaccia audio

    Domanda 1 : ce la fa una sola presa a muro a dare corrente a queste 8 unitá? (tramite una normale ciabatta) oppure potrei avere problemi di sovraccarico?
    Domanda 2 : avrebbe senso acquistare un distributore di corrente, tipo il Samson o Furman (che hanno giusto 8 ingressi) e collegarci il tutto?

    Grazie!
    Se si costruisse la casa della felicità, la stanza più grande sarebbe la sala d'attesa.
    I distributori di cui parli hanno principalmente 2 vantaggi rispetto alla classica ciabatta:

    1. filtri e protezione in caso di sbalzi di tensione (ma come in tutto si va dal prodotto da 150 € a oltre i mille, con caratteristiche diverse)
    2. lo puoi montare a rack e non devi scendere fino alla presa con i cavi di alimentazione, colleghi tutto l'hardware lì e rimane più in ordine.

    Tempo fa avevo fatto una breve ricerca ma poi non l'ho più comprato... ci fosse qualcuno che ha esperienza diretta in merito e volesse condividere qualche considerazione interessa anche a me...

    Comunque quoto Archverb, una presa di corrente in un impianto a norma dovrebbe farcela tranquillamente

    Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “MacGyver” ().

    una presa di corrente in un impianto a norma dovrebbe farcela tranquillamente


    ..anche perché distributore o semplice ciabatta ci si attacca sempre lì per dar corrente al tutto. :)

    I
    Violinista H-Pirla Scelto

    i7 6700k - 16Gb RAM - Uad Solo (x2) - RME 802 - Cubase 9 - Adam A5+Sub7 Tannoy System1000 - Lucid 88192 - UA 710twin - Drawmer1969 - Vitalizer Mk2-T - Lindell Audio Pex500
    ..anche perché distributore o semplice ciabatta ci si attacca sempre lì per dar corrente al tutto.


    C'hai ragione anche tu :D
    Al di la dell'ordine (che ha anche un suo perché), pensavo che un aggeggio del genere "distribuisse" la corrente alle varie unitá collegate, in modo intelligente, evitanto sovraccarichi, rumori di fondo... ma forse a questo punto, una ciabatta da 10€ fa al caso mio :D
    Se si costruisse la casa della felicità, la stanza più grande sarebbe la sala d'attesa.
    Beh solitamente i vari Furman del caso hanno filtri e protezioni che ovviamente una ciabatta da 10€ non ha, ma chiaramente questo non significa che tu non possa usare una ciabatta da 10
    Violinista H-Pirla Scelto

    i7 6700k - 16Gb RAM - Uad Solo (x2) - RME 802 - Cubase 9 - Adam A5+Sub7 Tannoy System1000 - Lucid 88192 - UA 710twin - Drawmer1969 - Vitalizer Mk2-T - Lindell Audio Pex500
    1. Saranno 800W in tutto con i monitor alla massima potenza?... Sono meno di 4A, con qualunque presa italiana "piccola" dimensionata (quindi anche il relativo impianto) per 10A!
    2. Il "distributore di corrente" è come una ciabatta, a parte filtri e/o interruttori: se escono 4A, entrano 4A! Non può fare nulla in caso di sovraccarico.
    Gianluca
    La distribuzione della corrente in studio è della massima importanza. Qualsiasi apparecchiatura audio migliora il suono se alimentata correttamente (sinusoide pura, ecc...). Solo il pc non ha questa esigenza (anche se un buon alimentatore è d'obbligo).
    Quindi impianto eseguito a regola d'arte e correttamente dimensionato, ups online, filtri e quant'altro serve a distribuire bene la corrente, sono un ottimo investimento.
    Senza spendere nient'altro che un po di tempo, già collegare i connettori tutti nello stesso verso (tutte le s su un lato e tutte le d sull'altro)
    ed a partire da quello che assorbe di meno aiuta in maniera sorprendente.
    Il perché non lo so magari @Radioman ce lo sa anche spiegare...
    Le mie foto...
    SenzaLegge
    Il mio soundcloud

    Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...