Pendrive Personalizzate al posto del CD - sapete consigliarmi chi lo fa per privati?

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

    loyuit ha scritto:

    Che internet sia il presente e il futuro non è una novità.
    Io mi farei un sito ben fatto.
    Ci caricherei i tuoi album a qualità ottima.
    E se non hai ansie da copyright permetterei il download gratuito con possibilità di donazione.
    In parallelo caricherei su altre piattaforme musicali.
    Ciao


    si si quello è già tutto in previsione.
    però valutavamo anche la possibilità di un supportino fisico.
    arrivato il preventivo per un digipack semplice semplice...costo: meno della metà
    boh, non lo so.... se il cd è in via di estinzione, il vinile continua ad essere un supporto abbastanza "di nicchia".... ero partito per non voler fare una troppo datata ripiegare sul vinile non so...poi gli altri due membri del gruppo sono due haters del mercato in vinile quindi non troverei consensi :D

    saglio ha scritto:

    Beh ovvio che deve essere una cosa per pochi intimi eletti e che sai gia che 9 su 10 non lo ascolteranno mai,ma è comunque un bell'oggetto e un bel ricordo.


    Allora potevo fare delle bomboniere! :D
    no no, è una questione etica, facciamo musica (bella o brutta che sia perchè qualcuno la ascolti, va bene la copertina carina e tutto il resto, ma ci interessa che qualsiasi cosa si faccia girare la gente la riesca ad inserire in qualche aggeggio da cui esca suono...toccherà fare i matusa e stampare qualche cd... :thumbdown: :P

    Lattugo ha scritto:



    Ma no Rosho,
    la ritenuta si farebbe se il soggetto che fornisce la prestazione non è titolare di partita iva.

    A meno che non sia cambiato qualcosa ultimamente, un titolare di P. Iva può benissimo emettere una fattura ad un privato (meglio se indicando il codice fiscale).
    Se si rifiutano di farlo potrebbe essere per un limite del loro gestionale, che magari si rifiuta di digerire un'anagrafica senza Partita IVA, ma non per un problema normativo.


    Giusto ho invertito i termini della questione. Magari sono grossisti e non possono vendere ai privati per politiche commerciali loro.

    francesco lc ha scritto:

    giusto come nota di aggiornamento:

    finalmente qualcuno mi ha mandato un preventivo; spenderei meno se rimasterizzassi The dark Side of the Moon che per 200 pendrive serigrafate :thumbdown:

    ehm... :D
    Le mie foto...
    SenzaLegge
    Il mio soundcloud

    Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...
    La musica ha bisogno di un corpo fisico, di essere toccata e guardata oltre che ascoltata. Fai un digipak (costa un po' di più del jewel box ma è decisamente più raffinato); metti un bel testo, note esaustive e delle belle foto nel booklet e nelle ante, fai una bella copertina, se conosci qualche artista coinvolgilo (aiuterà anche lui al momento della promozione)... e le persone si ricorderanno della tua musica persino se il cd neanche lo ascoltano. Se fai tutto digitale, internet o meno, sito, chiavetta, ecc..., sarai soltanto una manciata di file in un hd-calderone con migliaia di altri file. E poi non è vero che il cd è in via d'estinzione, è un bell'oggetto che a molti piace comprare e collezionare soprattutto se è ben fatto, anche se poi magari lo rippano per sentirlo in auto su una chiavetta; nell'offrire un bel cd solleciti due reazioni distinte: il desiderio di collezionare il contenitore e quello di ascoltare il contenuto. Chi mai colleziona file o chiavette?...
    Certo richiede un po' di lavoro in più, del resto oggi ogni musicista deve essere anche un po' grafico, designer, scrittore... ma anche questa è creatività.
    Io ho prodotto sino ad oggi 6 cd, curati in ogni minimo dettaglio: grafica, foto, testi, ecc..., belli da guardare oltre che da ascoltare; ognuno stampato in 1000 copie, 2 già ristampati... e non faccio concerti! Li vendo tramite altri canali e con un po' di sbattimento...
    …a mio parere la tra tutte le varie opzioni quella della pendrive è la più errata.
    Parlare di non fare un progetto di nicchia e poi realizzare 50 pen. è un pò un controsenso.
    Uso molto Bandcamp adesso. Se ma “Musica” funziona, è una ottima vetrina, sopratutto all' estero.
    Personalmente nel tempo ho realizzato 6 lp ( di cui anche un doppio…) Cd-r homemade, ed adesso mi sto appassionando di nuovo alle mai estinte cassette. Le cose che hanno funzionato di meno per me sono proprio i classici cd.
    Un download e un limited edition di 100-300 digipack o digifile ben confezionato è attualmente la scelta migliore. Parere personale ovviamente.
    ma infatti alla fine opteremo per una stampa in tiratura abbastanza contenuta di cd; chiesto preventivi per ogni cosa, e escluso il cd gli altri supporti risultano improponibili.
    ovviamente il disco sarà messo su qualsiasi supporto on line, ma quello era già deciso indipendentemente dal supporto fisico.
    Potreste anche fare dei CD in "modo misto": parte audio più parte dati con gli mp3 pronti per essere copiati su dispositivi portatili. Se volete farli copiare, fatello bene! :)

    Inoltre, se si tratta di fare qualche decina di CD, considerate anche di masterizzarli in casa e inserirli in copertine di cartoncino da far stampare in tipografia. Potreste anche attrezzarvi per i CD stampabili.
    Gianluca
    Youtube: goo.gl/522kv4

    Il messaggio è stato modificata 2 volte, ultima modifica da “Datman” ().