Beh? Quest'anno nessuno parla di Sanremo qui?

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

    io ho guardato poco, da quel poco che ho visto ho notato una scarsa qualità dei pezzi, la solita impossibilità da parte dei cantanti di cantare intonati, quest'anno secondo me era peggiorata anche la qualità della microfonazione, io spesso non capivo le parole, in generale un po' tutto suonava male.
    Nessuno dei pezzi in gara aveva, secondo me, quel qualcosa che mi fa dire, senti che bel pezzo.
    Il Volo io li manderei a scavare fossi... la canzone è ridicola, le strofe sembrano messe li perchè bisogna e tutto per arrivare al ritornello che secondo loro è una bomba ma che secondo me è di una banalità agghiacciante, secondo me non hanno neanche ste voci da giustificare la pochezza del resto.
    Il festival in se l'ho trovato più snello, meno stronzate giusto per tirare tardi.
    Ho trovato ridicolo lo sforzo ingiustificato dei vari giovani artisti (artisti?!?) maschi di vestirsi eleganti ma con quel "tocco personale"... in pratica sti completi da pappone non si potevano vedere.
    La Bertè sembra Maradona.
    Paolo Piovesan
    “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
    – Alan Parsons
    è vero, non c'è stata LA canzone di sanremo, ma ho paura che quest'anno non verrà ricordata una canzone in particolare anche se non vincitrice, come l'anno scorso fu per lo stato sociale ma verranno ricordate solo le polemiche.

    E' un peccato, è un vero peccato che nonostante i vari festival non siano mai stato nulla di eccezionale comunque hanno lanciato brani storici e artisti che hanno scritto buona parte della canzone italiana. ora si sta riducendo tutto a politica strumentalizzazioni ecc ecc. è una vera vergogna!

    E sono convinto che di questo festival rimarrà solo questo..speriamo per i prossimi si riesca a concentrarsi più sulla musica!
    Da un po' di anni non guardo più il festival, ma in genere mi guardo i pezzi su YT prima che concluda.
    Quello del vincitore mi era sembrato subito uno dei pochi degni di nota, se non l'unico, per i miei gusti. Sono contento che la giuria l'abbia premiato compensando un voto popolare che, scusate la ripetizione, non fa altro che ribadire la popolarità di un concorrente.
    Ma il meglio della musica italiana al momento, secondo me sta in quella che chiamiamo "indie", che già da tempo non è più una nicchia, e se vogliamo rappresentare quello che è davvero la musica bisogna interpellare anche questi artisti, sia per dargli lo spazio che meritano, sia perché i più giovani a casa sappiano che esiste anche questa alternativa, che ha note, poesia, interpretazione e tutto il resto, e può anche incentivare a scrivere o diventare musicisti.
    Se foste dei teen e doveste iniziare a suonare oggi, con questo panorama desolante chi vi potrebbe essere di ispirazione?
    Siamo tutti sulla stessa Bark.

    Pilloso wrote:

    Sono contento che la giuria l'abbia premiato compensando un voto popolare che, scusate la ripetizione, non fa altro che ribadire la popolarità di un concorrente.


    Quotone!
    E' proprio questo il fulcro delle polemiche assurde che ne sono scaturite.
    Il televoto prima non esisteva nemmeno e ora c'è solo perché fa entrare un sacco di soldi. Personalmente lo eliminerei completamente perché fosse per il voto popolare avremmo ancora in gara forse Toto Cutugno, Romina e Al Bano ecc ecc... E tra i giovani vedremmo il Volo giusto perché sono vecchi dentro. Come è vecchio il brano di chi ha scatenato il grosso della polemica. Brano che se cantato da Cutugno fa un effetto, ma cantato da un ventenne che non riesce ad uscire dalle logiche deprimenti del 'pezzone da sanremo', mi ammoscia l'anima.

    Il regolamento e il meccanismo di voto erano chiarissimi fin dall'inizio ed è così da una vita. Perché lamentarsi a posteriori quando hai perso? Ci fai solo una figura meschina.

    Ad ogni modo confermo che l'unico (ma veramente l'unico) cantante che meritava qualcosa è proprio quello che ha vinto. Stile, personalità e soprattutto sa cantare e canta bene. Una spanna sopra a chiunque altro. E scrive benissimo. Se avete modo ascoltatevi gli altri brani suoi che sono anche più belli di quello portato in gara.
    Aggiungo solo che lo conoscevo già prima e posso garantire che non si aspettava assolutamente questo risultato alla faccia di chi sostiene che sia stata una vittoria concordata e pilotata.

    Post was edited 1 time, last by “Flavio (ex fbin)” ().

    Flavio (ex fbin) wrote:

    Il televoto prima non esisteva nemmeno e ora c'è solo perché fa entrare un sacco di soldi.Personalmente lo eliminerei completamente perché fosse per il voto popolare avremmo ancora in gara forse Toto Cutugno,Romina e Al Bano ecc ecc


    Se si chiama Festival della canzone italiana io quoto che la classifica la debba fare soltanto il pubblico.

    Post was edited 2 times, last by “loyuit” ().

    Se decidesse solo il voto popolare, il festival non sarebbe altro che un duplicato della classifiche di vendita e di ascolti.
    Allora non ha senso partecipare quando c'è un ragazzino che se porta un pezzo non troppo brutto, con una marea di fan adolescenti che votano coi soldi di papà, ha già la vittoria in tasca.
    Evitiamo di fare il festival che tanto il finale è già scritto, nessun Mahmood avrebbe alcuna speranza.
    L'unica cosa che molti stanno obiettando della giuria, penso giustamente, è che era composta da pochi esperti musicali e troppi personaggi dello spettacolo, per quanto siano in gran parte persone che a quanto ne so potrebbero capirne più dell'italiano medio, il quale nega il regolamento anche dopo che glielo spiegano.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.

    Pilloso wrote:

    Se decidesse solo il voto popolare, il festival non sarebbe altro che un duplicato della classifiche di vendita e di ascolti.
    Allora non ha senso partecipare quando c'è un ragazzino che se porta un pezzo non troppo brutto, con una marea di fan adolescenti che votano coi soldi di papà, ha già la vittoria in tasca.
    Evitiamo di fare il festival che tanto il finale è già scritto, nessun Mahmood avrebbe alcuna speranza.
    L'unica cosa che molti stanno obiettando della giuria, penso giustamente, è che era composta da pochi esperti musicali e troppi personaggi dello spettacolo, per quanto siano in gran parte persone che a quanto ne so potrebbero capirne più dell'italiano medio, il quale nega il regolamento anche dopo che glielo spiegano.


    Il tuo Pillo è un ragionamento oligarchico.
    Io invece credo che l'esito di un voto democratico sopratutto in ambiti puramente estetici come quelli artistici sia sempre il più libero e oggettivo
    Senza contare che quando era gratis, le etichette affittavano interi call center per comprare migliaia di voti.
    Alla faccia del fare decidere gli italiani.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.

    loyuit wrote:

    Il tuo Pillo è un ragionamento oligarchico.

    Come ho già detto, penso che di strumenti per determinare chi vince nel settore musicale, il popolo ne abbia già troppi, oggi si può trovare musica ovunque a costo zero, si può comprare da casa per pochi euro, il popolo può premiare gli artisti con ascolti, visualizzazioni video, acquisti e altro.
    Un festival che riconferma le stesse percentuali, affidando il destino degli artisti esclusivamente a una mandria di teenager in ormonella che votano col cellulare di papà, non avrebbe alcun senso di esistere, guardo le visualizzazioni su YT e ti so già dire chi vince.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.

    loyuit wrote:

    Flavio (ex fbin) wrote:

    Il televoto prima non esisteva nemmeno e ora c'è solo perché fa entrare un sacco di soldi.Personalmente lo eliminerei completamente perché fosse per il voto popolare avremmo ancora in gara forse Toto Cutugno,Romina e Al Bano ecc ecc


    Se si chiama Festival della canzone italiana io quoto che la classifica la debba fare soltanto il pubblico.


    Rispetto totalmente la tua opinione ma per quanto mi riguarda, per fortuna, per ora, non è così.
    @Pilloso
    L'arte è incomunicabile. È estetica.
    Quindi che decidano 50 milioni di persone o 50 persone cosa è bello e cosa è brutto che differenza fa?
    Bello è solo ciò che non è brutto e brutto è solo ciò che non è bello.
    Il problema è definire brutto e definire bello.
    Una canzone è più bella o più brutta dell'altra...perchè?
    Il festival nasce nell'etimo come una "festa".
    E la festa è allegra e gioiosa
    Questo dovrebbe essere l'unico senso.
    Invece arrivano gli intellettuali e ti dicono: " si ok voi siete in tanti ma ne capite poco invece noi siamo in pochi e ne capiamo tanto".
    E l'estetica cade nell'etica.
    Io invece per onorare la "festa" renderei partecipe al 100% il pubblico.
    Sarebbe un successo per tutti.

    loyuit wrote:

    L'arte è incomunicabile. È estetica.
    Quindi che decidano 50 milioni di persone o 50 persone cosa è bello e cosa è brutto che differenza fa?
    Bello è solo ciò che non è brutto e brutto è solo ciò che non è bello.


    Ma allora perchè votare?
    Facciamoli cantare, facciamo sta festa, e bon.
    Oppure lasciamo la musica in mano al tipo di pubblico che paga per votare (sbarbine e fan sfegatati, case discografiche, ecc) poi non lamentiamoci se diventa solo una cosa loro, sicuramente la musica del festival si piegherà alla mediocrità della maggioranza, che ascolta per lo più i tormentoni. A quel punto però smetto di guardare anche i brani su YT, perché non mi riguarda più, diventa solo una cosa loro.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.
    Ragazzi vi ricordo che le percentuali del voto del pubblico e quelle della giuria furono riviste nel momento in cui per qualche anno vinsero solo cantanti uscenti da vari talent (vedi marco carta) dove schiere di ragazzini spendono davvero dei bei soldi durante tutto l'anno per votare questi, figurati cosa deve significare per loro farli vincere a sanremo. Quindi vuol dire anche lasciare in mano a persone che probabilmente non hanno il minimo interesse per la musica ma solo per la televisione. è storia gia successa questa.

    per questo penso sia giusto che la percentuale di voto del pubblico sia equilibrata a quella della giuria..le 2 critiche che muovo io sono 1. la scelta della giuria piuttosto discutibile 2. perchè la preferenza dell'orchestra si trasforma in un premio a se stante invece di fare percentuale sulla gara in se?. chessò 50 televoto e il restante 50 equamente suddiviso tra giuria stampa e orchestra non avrebbe più senso?
    Quoto in pieno @saglio, poi le formule matematiche volendo si trovano, basta ragionarci su, ma è solo un bene che non decida esclusivmente il popolo, le altre giurie dovrebbero avere un peso relativo ovvero, se decidono unanimamente che è più meritevole un altro artista, è bene che possano spostare le sorti della classifica, se invece non sono molto convinte, che le percentuali vadano a spalmarsi sul voto popolare senza spostarlo più di tanto.
    Ma è poi quello che è successo quest'anno, la giuria d'onore si è pronunciata con molta convinzione su Mahmood, con percentuali talmente schiaccianti che hanno inciso parecchio su quelle delle altre giurie.
    Fossero stati più indecisi magari non avrebbero stravolto il voto del pubblico, ma oggettivamente, se ti soffermi ad analizzare testi e arrangiamenti, la canzone del vincitore aveva parecchi numeri a suo favore, il problema del voto popolare è che i ragazzini non si soffermano certo su questi aspetti, votano per simpatia e notorietà, punto.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.