La Sony celebra il quarantennale del Walkman con un nuovo modello

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

    Non riesco a quantificare chi oggi possa usare ancora un apparato dedicato alla musica mobile.
    Ormai tutti ascoltano tutto su smartphone, magari c'è l'eccezione di chi va a correre e vuole un apparecchio più piccolo e leggero, io ho appunto preso un lettorino mp3 della Sandisk per circa 30 euro, funziona bene ma devo dire che la qualità audio è vermente mediocre.
    Il dubbio è però, oltre a gente con le nostre orecchie, chi possa cercare un lettore musicale portatile con audio di qualità.
    Credo che il concetto di qualità degli ascolti, salvo per noi impallinati, sia morto già da un bel po', e se resta da qualche parte è nelle stanze, non per strada.
    Per cui probabilmente sarà un articolo molto di nicchia, soprattutto se non avrà un prezzo basso, e non mi pare che questa sia una prerogativa dei prodotti Sony.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.
    Però pensavo che magari se riuscissero a farlo diventare una moda probabilmente involontariamente le persone si riabituerebbero ad avere orecchio per la qualità.

    Pensa ad un oggetto del genere però invece di funzionare a memoria come una volta, funzionasse in appoggio a servizi tipo spotify itunes ecc ecc. e che magari alleghi chessò news su artisti o sul brano, in sostanza diciamo un walkman che ha a disposizione tutta la musica possibile e con servizi correlati

    è vero che puoi far la stessa cosa con il cellulare ma se davvero diventasse moda ai più interessa poco avere un oggetto in più in tasca. e magari davvero le persone involontariamente si rifarebbero un orecchio.

    Un po quello che sta succedendo con il ritorno del vinile e dell'audiocassetta..
    Una moda con un aggeggio nero dal design anonimo, del tutto uguale ai lettori mp3 che esistevano già vent'anni fa, e con funzioni che si trovano già da tempo su qualsiasi telefonino?
    Non sono andati a ruba nemmeno anni fa, nel pieno del boom degli mp3, quando Creative e altri hanno provato a fare articoli per tutte le tasche e con vari livelli di qualità.
    Per quale motivo dovrebbe interessare oggi un prodotto del genere?
    Siamo tutti sulla stessa Bark.
    perchè basta che si faccia fotografare un calciatore o un attore o un musicista in voga e il gioco è fatto.

    Si è corsi sempre a rimpicciolire le cuffie è bastato un 50cent (mi pare) a caso per fare esplodere la moda dei cuffioni, decenni che si dice di usare le borracce per evitare lo spreco di plastica e ora sono uscite le foto di brad pitt e simili con le borracce e boooom tutti con le borracce..

    Credo che le mode non abbiano senso, esistono e basta.

    Comunque la mia è solo una speranza...chissà
    Mah non la vedo così facile, già ha un design che è tutto fuorché modaiolo, non fa figo, non fa niente, non è nulla di nuovo né di esclusivo, infatti mi sfuggono le prospettive di un prodotto del genere e ribadisco che può solo essere un qualcosa di nicchia per i pochi che distinguono la qualità da un ascolto a un altro.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.
    Boh, la "moda" riesce a vendere le cose più assurde... però fatico a vedere lo spazio sul mercato per un lettore mp3, soprattutto se il costo non è esiguo. I telefoni cellulari assolvono già alle stesse funzioni, permettono di ascoltare la musica in streaming, hanno memoria sufficiente per tenere un po' di brani... a meno che non si voglia avere con sé una collezione notevole di brani, il telefono è sufficiente. Ma un lettore con davvero tanta memoria, un buon dac e magari anche il supporto a formati non compressi, a me sembra un prodotto un po' di nicchia.


    Faccio un esempio: a inizio agosto dovevo andare in ferie e, dato che il mio telefono è vecchiotto (ha poca memoria e fatica a tenere la carica per più di un giorno se lo uso tanto), ho deciso di prendere un lettore mp3 "da battaglia" (volevo attendere ancora almeno qualche mese per cambiare telefono, senza contare che portare un telefono nuovo di zecca in spiaggia... :/ ). In un noto negozio di elettronica c'erano i Sony che mi pare venissero dagli 80€ in su, che non intendevo assolutamente spendere, pertanto ho ripiegato su una sottomarca per una spesa di circa 30€ (e ce n'erano anche di più economici). Qualitativamente pessimo (software con usabilità discutibile, cuffiette di serie facevano pena - ho usato sempre quelle dell'iPhone - e rivestimento in gomma che ha cominciato a staccarsi in meno di una settimana - non so se per il caldo della spiaggia), ma nel complesso ha assolto al proprio dovere, anche se qualche volta ho ripiegato sull'iPhone.


    Prima considerazione: io, che sono appassionato di musica e che di norma investo per avere buone apparecchiature, per questo tipo di utilizzo ho scelto di andare al risparmio. Non oso immaginare le "persone comuni" che non hanno una passione viscerale come la mia (anche se poi le mode fanno miracoli!).
    Corollario: se il prezzo del lettore mp3 comincia ad essere importante, si pone in diretta competizione con l'acquisto di un telefono cellulare, che però fa anche tante altre cose.

    Seconda considerazione: mi infastidisce avere con me due dispositivi, sono abituato a fare tutto col telefono. In spiaggia leggevo le news e i forum mentre ascoltavo musica ed era strano dover passare da un dispositivo all'altro. Credo che molte persone possano riconoscersi in questo discorso; è una questione di praticità e usabilità con cui un lettore mp3 si deve necessariamente scontrare al giorno d'oggi.

    Terza considerazione: il lettore mp3 è un po' uno sbattimento rispetto ad utilizzare un servizio di streaming come Spotify, in quanto bisogna scegliere i brani in anticipo e caricarli sul lettore (ed è un'attività che porta via del tempo, senza contare che bisogna essere in possesso dei brani in questione). Io non uso Spotify o servizi analoghi, ma sono un po' una mosca bianca; per una persona "meno fissata" con la musica, probabilmente Spotify basta e avanza nella maggior parte dei casi (e solleva dall'incombenza di "preparare la musica")


    Poi non nego che non mi farebbe schifo avere un buon lettore portatile con tantissima memoria, una buona qualità audio, una bella durata ed un software decente; però non è assolutamente tra le mie priorità, anzi... non so nemmeno quanto lo utilizzerei (credo ben poco).
    Se vogliono, le case produttrici possono anche riuscire a farlo diventare un oggetto di moda, però fatico a vedere uno spazio che non sia una piccola nicchia, vista anche la crescita dello streaming (cioè: si mette una sim anche nel lettore mp3? o lo si collega in bluetooth al telefono? per poi magari finire per trasmettere l'audio digitalmente ad una coppia di auricolari wireless tipo gli AirPods?).

    Io vedo maggiore spazio per oggetti quali gli auricolari wireless, perché non passano inosservati (sic!) e sono indubbiamente più pratici di un paio di auricolari col filo (magari è una cosa che si apprezza poco se si usano principalmente per ascoltare musica nel tempo libero; però in ufficio sento commenti entusiasti sugli AirPods da parte di chi li usa tutto il giorno per parlare a lungo col cliente...).


    Secondo me ha più chance di successo un lettore mp3 a forma di "vero walkman", magari capace di leggere anche le cassettine (oltre agli mp3) e/o magari venduto con una cassettina "finta" con un tape loop (così da far vedere, tramite uno sportellino trasparente, qualcosa che gira mentre si ascoltano gli mp3). :D :P
    Sarebbe tamarrissimo e quindi venderebbe un sacco! :D :P


    Boh, opinioni personali...
    Il rispetto si costruisce solo insieme.

    sin night wrote:

    il lettore mp3 è un po' uno sbattimento rispetto ad utilizzare un servizio di streaming come Spotify

    E il punto è che proprio Sony, negli anni, si è tagliata fuori da tanti standard di successo, cercando di lanciare formati suoi (vedi schede di memoria diverse da tutti gli altri e robe del genere), quindi più che la compatibilità con Spotify e apertura verso altri sistemi, mi aspetto una chiusura... o se sarà apertura comunque arriverà con un clamoroso ritardo.

    sin night wrote:

    Secondo me ha più chance di successo un lettore mp3 a forma di "vero walkman", magari capace di leggere anche le cassettine

    Tempo fa ho visto che una storica casa giapponese di fotocamere lanciava un modello senza alcun display e solo con mirino, per fare scatti che non potevi vedere, e una memoria limitata per fare solo gli scatti essenziali, più una serie di cartucce (fatte a forma di finto rullino) che cambiavano il tipo di foto un po' come fanno i filtri di instagram.
    Trovate come queste ridanno molto sapore alle cose e ci ricordano il gusto dell'analogico, che per certi aspetti aveva moooolti vantaggi.
    Ecco, io un walkman oggi lo vedrei senza tasto skip e senza display, ti crei degli album e li ascolti dall'inizio alla fine.
    Ascolti quello che c'è, come facevamo alla radio aspettando il nostro singolo preferito. Quando lo spegni e riaccendi riparte da dove l'avevi lasciato.
    Ormai non ascoltiamo più niente per intero, saltiamo e basta, abbiamo perso il gusto di ascoltare gli album, perché in un mondo così nessun artista si mette più a fare un "dialogo" che dura un intero LP.
    Mi sono accorto di album che ho da anni e non avevo mai ascoltato per intero perché alcune canzoni inizialmente un po' spente, evidentemente le ho sempre skippate, invece ascoltate fino alla fine nascondevano della bellezza.
    Un bel design, colori a scelta, un solo pulsante, porta usb, fine.
    La moda è ascoltare quello che è su, punto.
    Non certo l'ennesimo aggeggio nero squadrato pieno di fronzoli già esistenti ovunque.
    La musica, da quando è liquida è comodissima, ma sta colando da tutte le parti e il valore che aveva un tempo è evaporato, bisogna salvarla prima che si prosciughi del tutto.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.

    Post was edited 1 time, last by “Pilloso” ().