Si stava meglio quando si stava peggio?

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

    Si stava meglio quando si stava peggio?

    Ciao a tutti,

    Vi faccio una domanda: solo a me capita di passare la maggior parte del tempo che sono sul forum a leggere post circa del 2010 (+/- 2-3 anni), con picchi che arrivano fino al 2005 (per quanto la tecnologia sia cambiata hanno comunque contenuti validissimi anche ora) XD?
    Anni in cui videoguide e simili iniziavano a farsi largo mentre qui sganciavano delle bombe atomiche a livello contenustico, assolutamente anni luce avanti rispetto anche a forum esteri.

    La maggior parte dei post sono di utenti non piu' attivi, anche se qualcuno qui e' rimasto, ed ha regalato e continua a regalare conoscenza gratis che non si trova in tutti i tutorial che trovi online (pagamento e non).

    Mi viene da chiedere: tutte le risorse che ci sono al giorno d'oggi hanno inflazionato il settore di informazioni e non si vuole piu' parlare, condividere ed imparare insieme?

    Vedo anche particolare piattume anche di chi pubblica nuovi post. Siamo tutti a guardare al nostro orticello? O siamo, giustamente, presi a lavorare e focalizzati a portare a casa il risultato? O veramente c'e' rimasto poco dire?

    Tra l'altro mi fa sorridere che trovo alcuni ora riscontrano problematiche completamente opposte a 10 anni ma alcuni concetti non sono ancora chiari in ogni caso. XD
    Es. prima un buon numero di persone pensava, erroneamente, che si dovesse registrare e mixare a cannone (anche il sistemi a 24 bit), Ora, avendo letto dei post piu' o meno recenti, addirittura si ha piu' paura del clip digitale in mixing che di virus di origine asiatica (pur essendo passati da un pezzo a sistemi a 32bit).
    Una cosa ho notato e' certa, la differenza tra valore di picco e valore rms rimane ancora non chiara se non misteriosa a molti. XD

    Che ne pensate? Avete un'opinione a riguardo?

    PAPEdROGA wrote:

    Reazione da una community morta? Se la attacchiamo ad un aquilone durante una notte di tempesta, forse.

    Fudo40 wrote:



    Anni in cui videoguide e simili iniziavano a farsi largo mentre qui sganciavano delle bombe atomiche a livello contenustico, assolutamente anni luce avanti rispetto anche a forum esteri.

    La maggior parte dei post sono di utenti non piu' attivi, anche se qualcuno qui e' rimasto, ed ha regalato e continua a regalare conoscenza gratis che non si trova in tutti i tutorial che trovi online (pagamento e non).

    Mi viene da chiedere: tutte le risorse che ci sono al giorno d'oggi hanno inflazionato il settore di informazioni e non si vuole piu' parlare, condividere ed imparare insieme?


    Il thread è interessante, è una domanda interessante.

    Provo a risponderti io, dato che sono qui da molto tempo... ho circa, ehm, 6270 messaggi più di te ... :D
    ma ci sono utenti ben più prolifici...

    Peraltro io non sono arrivato all'inizio, e per i miei impegni mai avrei pensato di frequentare un forum, ma avevo trovato qui, per caso, un ambiente discretamente positivo in cui, cosa più unica che rara in Italia, incredibilimente si riusciva a parlare di recording & mixing a 360° senza scannarsi dopo due minuti.

    In realtà negli anni d'oro le discussioni erano anche assolutamente molto accese, hehehe,
    ma rispetto ad oggi c'era senz'altro una passione e uno spirito di condivisione molto più alto.

    Perché allora era così e adesso è tutto così diverso, probabilmente possiamo affermare che è un po' peggio, almeno secondo me ?

    Mah, i motivi sono tanti.

    Primo, allora erano disponibili molte meno informazioni e soprattutto molte meno informazioni confusionarie rispetto alla miriade di video con cui oggi ti bombardano, con una frammentazione micidiale, di tutto un po', ma senza, secondo me, un filo conduttore serio, una discussione, una logica, una volontà di scambio ... è tutto molto più sterile ed esibizionista che profondo... scavi scavi, ma sotto il vestito poco o niente...

    Spesso è la fiera dell'ovvietà, oppure passi direttamente a showcase di grandi star che parlano, parlano, ma in realtà fanno vedere abbastanza poco.

    Secondo, e non è da trascurare, tecnicamente erano gli anni d'oro della transizione al digitale, o all'ibrido analogico-digitale e soprattutto gli ultimi anni in cui c'era ancora un po' di professionismo, e quindi c'erano diversi ragazzi che facevano non solo home recording, bensì avevano un'attività professionale o semi-professionale.

    Professione + passione = voglia di condividere. E probabilmente, come me, avevano trovato questo forum e tutti insieme si cresceva, condividendo.

    Terzo, molto semplicemente ...è come stanno andando le cose in tutto il mondo, di questi tempi.

    Come direbbe Trevorn Horn... quarant'anni fa ..."Video Killed The Radio Star" 8o .

    E' molto più facile cliccare su un video di 10 minuti, gratis, rispetto a leggere un libro in inglese per dieci giorni, magari di qualche grande tecnico o musicista, pagandolo.

    E' molto più facile fare un beat con dei campioni "arrubati" qui e là, rispetto a imparare a suonare uno strumento, o a studiare un minimo di teoria musicale, o a provare a saldare un cavo.
    Una volta c'erano arrangiatori e produttori. Adesso ci sono più beatmaker.

    Ma va bene. Ci devono essere anche i beat maker, ci mancherebbe altro... :D

    E' semplicemente il prevalere naturale della via breve e superficiale rispetto alla via lunga e senza scorciatoie.

    E' nella ragione delle cose, e si basa sul fatto che nel settore musicale ci sono sempre meno persone, professionisti, amatori, pro o pro pro prot, che obbligatoriamente hanno dovuto percorrere la strada lunga rispetto a chi adesso ha come norma la scorciatoia, perché pensa di sapere tutto dopo dieci righe di Wikipedia e qualche decine di pillole in video.

    Lo vedi anche in chi ci governa, di qualsiasi colore sia.

    Se contemporaneamente alla presunzione, con quattro cose, di sapere tutto, peraltro in maniera inversamente proporzionale alla competenza, o quanto meno all'esperienza ...scende il livello in tutto.

    E scende obbligatoriamente anche il livello del forum, anche perchè nella vita di tutti i giorni, rispetto ad allora, si è costretti, nostro malgrado, a lavorare di più, a metterci sempre più tempo a spostarci, e quindi ad avere sempre meno tempo.

    E' il presente, e il futuro, è nella natura delle cose, dipende tutto dalla tua scala di valori, dai tuoi riferimenti e dalla tua ambizione :D

    Certo è che per me è un assoluto peccato vedere ormai sbiaditi e invecchiati un sacco di contenuti che per qualità, secondo me, avevano poco da invidiare anche a forum americani più professionali.

    Ugualmente, mi dispiace non interloquire più con molti amici, che ho conosciuto anche di persona, e che spesso se ne sono andati per diatribe stupide, per minc*iate e ban vari, più che mancanza di interesse e contenuti nel forum. ..

    Quando poi l'esodo è iniziato, sono rimasti in pochissimi, e secondo me è un vero peccato.

    Un sacco di materiale e interventi sprecati, ora molto difficili da ritrovare perchè ormai indietro nell'indicizzazione ...sparsi in anni e anni, in sezioni diverse....

    Se provi a cercare negli anni scorsi si era già parlato di questa situazione e del destino calante del forum.

    Ai tempi avevo anche parlato a Lorenzo, il Grande Capo, sulla possibilità di cambiare delle sezioni, o addirittura provando a buttare l'idea che qualcuno potesse, con altri, rilevare il forum per dargli una nuova linfa e dei contenuti più freschi, ordinati e meno dispersivi, ma poi per fare le cose bene occorre impegno, e ci sono state circostanze non favorevoli. probabilmente non c'era la possibilità, e non è colpa di nessuno.

    C'est la vie. Certo che anche a me ogni tanto mancano le feroci polemiche con Pape e Ra-B, così come i grandi post di alcuni utenti sul vintage analogico, così come i mixing contest, così le cene organizzate in varie città d'Italia... così come mille altre cose.

    Erano bei tempi, secondo me.

    Amarcord. Bel thread.

    8) Teetoleevio
    Produrre o mixare un brano in una stanza non trattata acusticamente equivale a correre di notte in autostrada a fari spenti: non vedi un razzo. :D
    Non è colpa tua, è che semplicemente non senti bene quello che stai facendo, anche se hai 10 Distressor. TRATTA LA TUA STANZA ! Dai retta a zio Teeto !

    Post was edited 1 time, last by “teetoleevio” ().

    Che dire Teeto... Tocchi praticamente tutte le domande che ho posto.
    Confermando quello che avevo in mente in parecchi punti.

    Confermo quello scritto nel post iniziale: a livello di contenuti, scavando in questo forum, c'e' da perdere il sonno per leggerli tutti.
    Consigli ai piu' nuovi: passate meno tempo a guardare video con grandi nomi e usate il tasto cerca in alto a destra. XD

    Non sapevo della possibile riorganizzazione del forum andata in fumo. Peccato!

    Ps. Ho meno di 10 post ma seguo il forum, in maniera altalenante da anni (forse sono in doppia cifra).
    Tra l'altro @Teeto ci conosciamo tramite i tuoi corsi. Una volta mi dissi che sono stato il primo a riconoscere "il trick" che fai quando fai chiudere gli occhi ai tuoi allievi. Facilmente non ti ricordi saranno passati almeno 6/7 anni. XD

    Ogni altro intervento e' ben accetto. Sia di utente di lunga data se hanno un'opinione a riguardo del forum, sia per utenti meno esperti che magari cercano di destreggiarsi nel marasma dei contenuti online e non ne riescono a venire a capo.

    PAPEdROGA wrote:

    Reazione da una community morta? Se la attacchiamo ad un aquilone durante una notte di tempesta, forse.

    Post was edited 1 time, last by “Fudo40” ().

    Io da utente meno esperto di altri (ma qui da almeno una quindicina di anni) posso dirti che sicuramente quando sono entrato sul forum c'era meno materiale altrove, il forum era un'oasi nel deserto.
    Qua ho rotto le scatole a tutti e ho attinto come una sanguisuga da persone che senza dubbio per imparare quelle cose si sono dovute fare molto più mazzo di me, e generosamente hanno offerto agli altri, Teeto ne è un esempio.
    Oggi quello che noto è che molti nuovi ingressi vogliono solo qualche conferma a cose che hanno letto altrove, o che gli ha detto il loro cuggino che fa il dj, ma anche se spieghi come stanno realmente le cose, spesso restano della loro idea e magari se la prendono addirittura con te, che cerchi di colmargli le lacune di base.
    C'è anche da dire che il livello di educazione si è abbassato un po' ovunque, e con educazione intendo anche considerare che su un forum non è tutto dovuto e non arriva tutto subito, ma ci si rivolge a persone reali che spendono il loro tempo a dare una mano.
    Altra questione le correnti di pensiero, le mode che vengono riscoperte, il fatto che anche i fonici famosi una volta consigliavano di usare l'HPF e adesso invece lo sconsigliano. Queste sono cose che sempre ci sono state e sempre ci saranno, ed è bene che ogni tanto qualcuno rimetta in discussione tutto, poi sta ai singoli decidere se sono menate mentali o meno, se con il tal filtro malefico ci tiro fuori una hit mondiale, direi che per me va bene.
    Ah ne approfitto per informarti che sei rimasto indietro: una volta si registrava a canna, poi si è riscoperto il gain staging, adesso la novità è che alcuni stanno revisionando di nuovo la questione e ritengono il gain staging molto sopravvalutato, un concetto obsoleto. Insomma ora che scopri come si fanno le cose per bene, scopri anche che non c'è più bisogno di farle così.
    Ma se ci pensi è stato uguale col transistor che era meglio delle vecchie valvole, poi sono tornate le valvole che sono meglio del transistor, ma alla fine cosa è meglio per te devi deciderlo tu, e il bello è questo.
    Riguardo l'appiattimento degli argomenti non saprei, credo anche che le registrazioni casalinghe siano diventate talmente mainstream che oggi un'alta percentuale di utenti sono nuove matricole agli esordi, forse neanche tanto interessati ad andare a fondo negli argomenti, mentre una volta si era più una ristretta cerchia di appassionati che cercavano di perfezionarsi approfondendo ogni aspetto.
    C'è anche da dire che strada facendo qualche "esperto" del forum si è un po' stancato e ha preferito spendere il proprio tempo diversamente, e di certo per ogni guru che se ne va arrivano 10 matricole, quindi il livello non si alza, ma si cerca di fare il possibile per tenere viva questa risorsa e per aiutare chi inizia, evitandogli acquisti sbagliati e amare sorprese.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.

    Post was edited 1 time, last by “Pilloso” ().

    Io sono iscritto da 4 anni proprio grazie a @teetoleevio !..che consigliò il forum dopo la prima lezione che feci da lui...mitico corso A che apre mondi nuovi!

    E devo dire la verità, io sono sempre stato un amante di forum, seguo tutt'ora altri forum di strumenti musicali , acquari, motorsport e piante carnivore (si mi piace spaziare un sacco!!!) ma non avevo mai frequentato un forum di questo argomento perchè non ne avevo mai trovati e non so perchè non ho conosciuto prima HSI, ma dopo il consiglio di teeto e spulciato qua e la sono arrivato a 753 messaggi....non è moltissimo forse, ma perchè ho letto e imparato tanto!

    Nonostante sia qui da poco anche io ho notato un impoverimento di argomenti e qualità e credo anche io che una rinfrescata sia quello che ci vuole! potrebbe fare bene al forum potrebbe fare bene ai vecchi utenti che trovano nuova linfa (cit. :D ) per i nuovi in modo che capiscono che un forum non è solo "ditemi come si fa a fare quella cosa che tanto tutto il resto non mi interessa" o peggio ancora "esiste qualcosa che fa tutto da solo?" e per chi è rimasto attivo uno sprono a continuare e fare di più e fare meglio!

    Colgo l'occasione per ringraziare tutti quelli che hanno risposto alle mie domande anche se a volte scritte di impulso preso dalla frustrazione di non riuscire a risolvere un problema che poi ho risolto da solo nei 20 min successivi alla pubblicazione del post :D e a tutti quelli che in un modo o nell'altro hanno migliorato il mio modo di mixare!

    Io credo che HSI sia ancora un oasi felice! Non facciamola morire!!
    Forse incidono un po' anche le epoche, insomma io non sono un matusa ma ho cominciato quando con un sequencer potevi fare solo il midi e poi mi sono fatto le ossa sulle prime schede audio, non appena è uscito Cubase VST che poteva registrare delle tracce audio e metterci dei plugin, sembrava fantascienza.
    Su un 486 facevo del midi, già una manciata di anni più tardi con un Pentium III registrai un singolo di una band che andò in radio, insomma uscivano le novità che impattavano veramente sul tuo lavoro, e tu le seguivi e sperimentavi subito, così le capivi e sapevi già come funzionavano.

    Adesso apri un programmino e fai tutto, anche su un cavolo di smarphone, poi per forza un ragazzino arriva qui e chiede a noi vecchi come fa a fare il pezzo trap che ha sentito alla radio e perché sul suo tablet non gli viene uguale.
    "Devo spendere 200 euro in una scheda audio? Così tanto?"
    Eh figliolo, fatti un giro nella mia stanzetta a vedere quanta roba serve per avere una situazione "base", poi ne riparliamo.

    E' così in tutti i settori, ultimamente ha fatto discutere un video di Lady Gaga girato solo con iPhone, ovviamente è una gran marchetta, e a me le immagini non piacciono nemmeno, ma se pensi a cosa serviva vent'anni fa per realizzare riprese del genere ti metti le mani nei capelli.
    Allora è normale che anche nel forum dei videomaker arrivi il giovine che chiede come mai col sul cell non riesce a fare la tal cosa, e lo infamano perché in certi forum vi assicuro che c'è gente molto, ma molto più frustrata che qui.
    E sorvolo sui gruppi di sistemisti informatici, programmatori e compagnia bella, lì se entri da profano e fai una domanda banale vieni linciato e usato come scovolino da cesso.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.
    io personalmente sono abbastanza anziano per poter ricordare il meglio e il peggio! :D

    Articolo uno è che le comunità si fondano sulla "reciprocità".

    Elaboro: per ogni discente deve esserci un insegnante. Entro determinati limiti il rapporto può essere unilaterale. E' onesto però che un "insegnante" trovi un qualche (anche minimo) tornaconto che sia visibilità o qualche commissione lavorativa e non sia tutto limitato alla sola beneficenza. In questo campo i forum, e questo in special modo, sono stati manchevoli non riconoscendo mai una mazza ad una determinata classe di contribuenti.

    Articolo due sono i costumi.

    Se in una fase iniziale vigeva un rispetto interpersonale maggiore e soprattutto un rispetto professionale, con il tempo si sono affermate in diversi contesti personalità atte a turbare la serenità delle community. Troll, pallisti, cazzari il cui ruolo/personaggio era dissertare con piglio scientifico, teorizzare e ergersi a depositari di qualche filosofia, guardacaso quasi sempre personale, poco condivisa ed in contrapposizione a prescindere con l'orientamento comune ad altri benefattori. Dietro l'assertività e i modi di questi personaggi frustrati quasi sempre non risiedeva alcun dato/capacità riscontrabile nel mondo reale. Ciò ha comportato l'allontanamento di altri benefattori specie in assenza di compensazioni quali quelle enunciate al punto 1 in presenza di insulti all'intelligenza perpetrati quotidianamente dai buontemponi della tastiera.

    Articolo tre è il contesto.

    Se oggi nessuno ha più bisogno di chiedere è perchè in molti credono di sapere già. Dilaga l'erronea percezione di essere tutti professionisti e praticamente di essere tutti sullo stesso piano. Ti compri un microfono e un pre e diventi filosofo sulle tecniche di ripresa minimali. Attacchi 2 capsule alle cuffie e diventi il messia del binaurale. Tutto in 48 ore e senza esserti mai confrontato con la cosa reale... tanto chi se ne accorge? A chi posso fare del male se scrivo qualche cacata sull'audio? Quindi pischelli con 20 minuti di esperienza che si confrontano a tu per tu irriverentemente con professionisti dall'esperienza pluridecennale e qualche catasta di dischi fatti.

    Articolo quattro, ultimo, il mercato.

    Eccezion fatta per i sognatori il prodotto musicale è generalmente inflazionato. Più è facile produrre più si produce. Più si produce più il prodotto in media è una merda. Più prodotti di merda girano più il pubblico si disinteressa e la quotazione del valore percepito scende. Più il pubblico si disinteressa meno margine resta per investire su prodotti di qualità ecc. Quindi una spirale autodistruttiva che apparentemente ha motivazioni nobili come la democrazia.

    :thumbup:
    se vendete il database mi incazzo.

    DBarbarulo wrote:


    Eccezion fatta per i sognatori il prodotto musicale è generalmente inflazionato. Più è facile produrre più si produce. Più si produce più il prodotto in media è una merda. Più prodotti di merda girano più il pubblico si disinteressa e la quotazione del valore percepito scende. Più il pubblico si disinteressa meno margine resta per investire su prodotti di qualità ecc. Quindi una spirale autodistruttiva che apparentemente ha motivazioni nobili come la democrazia.

    :thumbup:


    E' tutta qui. Parte tutto da qui. D'accordissimo.

    8) Teetoleevio
    Produrre o mixare un brano in una stanza non trattata acusticamente equivale a correre di notte in autostrada a fari spenti: non vedi un razzo. :D
    Non è colpa tua, è che semplicemente non senti bene quello che stai facendo, anche se hai 10 Distressor. TRATTA LA TUA STANZA ! Dai retta a zio Teeto !
    Nonostante sia qui da poco anche io ho notato un impoverimento di argomenti e qualità e credo anche io che una rinfrescata sia quello che ci vuole! potrebbe fare bene al forum potrebbe fare bene ai vecchi utenti che trovano nuova linfa (cit. ) per i nuovi in modo che capiscono che un forum non è solo "ditemi come si fa a fare quella cosa che tanto tutto il resto non mi interessa" o peggio ancora "esiste qualcosa che fa tutto da solo?" e per chi è rimasto attivo uno sprono a continuare e fare di più e fare meglio!

    Yeah @saglio! Strad'accordo con te.

    Aggiungo un'altra cosa: io lavoro nel mondo audio da qualche anno, purtroppo il mio ramo e' uno dei piu' colpiti in assoluto in questa strana situazione senza precendente. Generalmente e' un ramo i cui si condivide non molto tra addetti ai lavori, anche se ci sono vari workshop e seminari fatti di persona (gratis e non), sicuramente le risorse online erano pochissime fino a pochi mesi.

    Beh appunto questa situazione c'e' stato un fiorire di webinar, open house, talk in videoconferenza con contenuti che andavo dal cosicosi al livelli alti. Tutto questo per creare un minimo di piu' il senso di community. N.B. c'e' anche una buona parte di marketing, non sono cosi' ingenuo. XD

    Ora non voglio dire che durante la serrata bisognasse fare dei ritrovi di HSI su zoom e simili, ma immagino buon parte di noi abbiano avuto un po' piu' di tempo libero, aihme', nei mesi precendete (sto speculando: ho degli amici che lavorano in ufficio che stanno lavorando il doppio ora che fanno smart working), bene non e' che questo tempo libero sia traslato in un aumento numerico o qualitativo a livello di contenuti qui.
    Non voglio dire che questo sia grave, ci mancherebbe, ma sicuramente e' un po' deludente.

    Qualcuno come me che si aspettava qualche post bomba di reminiscenze old school che e' rimasto deluso c'e'?


    @DBarbarulo: bel post. Molto on point.
    DBarbarulo ha scritto:
    Eccezion fatta per i sognatori il prodotto musicale è generalmente inflazionato. Più è facile produrre più si produce. Più si produce più il prodotto in media è una merda. Più prodotti di merda girano più il pubblico si disinteressa e la quotazione del valore percepito scende. Più il pubblico si disinteressa meno margine resta per investire su prodotti di qualità ecc. Quindi una spirale autodistruttiva che apparentemente ha motivazioni nobili come la democrazia.

    E' tutta qui. Parte tutto da qui. D'accordissimo. Teetoleevio


    Forse O.T.
    Azz allora questo articolo secondo voi deve farci ben sperare o ci deve far mettere le mani nei capelli per poi iniziare a strapparceli come Homer Simpson XD
    cnbc.com/2020/05/20/coronaviru…0-goldman-sachs-says.html

    PAPEdROGA wrote:

    Reazione da una community morta? Se la attacchiamo ad un aquilone durante una notte di tempesta, forse.

    Post was edited 1 time, last by “Fudo40” ().

    …forse una dozzina di anni fa in ambito home (o puri appassionati…) non tutti erano riusciti a metabolizzare le varie nuove (?) tecniche.
    Ricordo le eterne diatribe non ITB vs OTB, ma analogico vs digitale.
    Tra l’altro adesso siamo arrivati ad un “eccesso di teorizzazione”, e quindi anche saturazione di informazione.
    Tra l’altro adesso siamo arrivati ad un “eccesso di teorizzazione”, e quindi anche saturazione di informazione.


    Vero! E parafrasando teeto vedi video od articoli (free e non) di grandi nomi, di livello assoluto, che ti vendono il fumo ma non l'arrosto. XD

    Personalmente ho delle fonti online (incluso questo forum) a cui mi attingono, che non hanno tutto l'hype che puo' creare un grande nome ma i contenuti e l'operativita' legata al contenuto sono di livello superiore.

    PAPEdROGA wrote:

    Reazione da una community morta? Se la attacchiamo ad un aquilone durante una notte di tempesta, forse.
    Fudo,
    che intorno ai giganti dello streaming ci sia fatturato non è assolutamente da mettere in dubbio. Ma il problema è che i soldi sono ripartiti essenzialmente tra le grandi label e quei pochi artisti potenti che scassavano sia su cassetta che su vinile, cd o qualsiasi supporto ti possa venire in mente. L'artista "emergente" semplicemente non esiste a livello economico. Quindi superata l'apparenza democratica della situazione in cui registri senza studio, suoni senza conoscere la musica, masterizzi con le cuffie, pubblichi senza label resta la verità che non ci fai una lira.

    Edit:
    il fatturato di sputify include Miles, Coltrane, Michael Jackson, ACDC, gli WHO eccetera, non è riferito a proventi di cose prodotte nel 2019!

    Riguardo alle bombe culturali da lockdown, io personalmente che ho uno studio di Mastering VERO, ho una cattedra di conservatorio sul mastering, 25 anni di esperienza, ho avuto allievi a centinaia ed ho firmato produzioni a centinaia, ho pensato di sottoporre in un paio di gruppi FB la mia disponibilità a fare un mini Q&A video su qualsiasi domanda l'utenza volesse. I gruppi hanno 1500 utenti da una parte e 8000 da un'altra più condivisioni varie ho ricevuto 7 domande in totale. Ho prodotto 8 video, gratuiti, nemmeno monetizzati su Youtube. Il picco di view è stato qualcosa tipo 180.

    Secondo me vuol dire qualcosa. ;)
    se vendete il database mi incazzo.
    ​Fudo,che intorno ai giganti dello streaming ci sia fatturato non è assolutamente da mettere in dubbio. Ma il problema è che i soldi sono ripartiti essenzialmente tra le grandi label e quei pochi artisti potenti che scassavano sia su cassetta che su vinile, cd o qualsiasi supporto ti possa venire in mente. L'artista "emergente" semplicemente non esiste a livello economico. Quindi superata l'apparenza democratica della situazione in cui registri senza studio, suoni senza conoscere la musica, masterizzi con le cuffie, pubblichi senza label resta la verità che non ci fai una lira.

    Ne sono bene al corrente ed hai fatto benissimo a puntualizzarlo per dovere di cronaca. Pollice Su! :)

    ​Riguardo alle bombe culturali da lockdown, io personalmente che ho uno studio di Mastering VERO, ho una cattedra di conservatorio sul mastering, 25 anni di esperienza, ho avuto allievi a centinaia ed ho firmato produzioni a centinaia, ho pensato di sottoporre in un paio di gruppi FB la mia disponibilità a fare un mini Q&A video su qualsiasi domanda l'utenza volesse. I gruppi hanno 1500 utenti da una parte e 8000 da un'altra più condivisioni varie ho ricevuto 7 domande in totale. Ho prodotto 8 video, gratuiti, nemmeno monetizzati su Youtube. Il picco di view è stato qualcosa tipo 180.Secondo me vuol dire qualcosa.

    Mi cadono le braccia. :(

    Se ti trovo online, in altre community, te ne faccio io di domande. Non e' una minaccia o forse si. XD

    PAPEdROGA wrote:

    Reazione da una community morta? Se la attacchiamo ad un aquilone durante una notte di tempesta, forse.

    DBarbarulo wrote:

    io personalmente che ho uno studio di Mastering VERO, ho una cattedra di conservatorio sul mastering, 25 anni di esperienza, ho avuto allievi a centinaia ed ho firmato produzioni a centinaia, ho pensato di sottoporre in un paio di gruppi FB la mia disponibilità a fare un mini Q&A video su qualsiasi domanda l'utenza volesse. I gruppi hanno 1500 utenti da una parte e 8000 da un'altra più condivisioni varie ho ricevuto 7 domande in totale. Ho prodotto 8 video, gratuiti, nemmeno monetizzati su Youtube. Il picco di view è stato qualcosa tipo 180.

    Secondo me vuol dire qualcosa. ;)


    Fuuuck incredibile 7 domande e 180 view. Incredibile.
    Bello il video e metafisici gli stacchi con le pecore... RAI 1970...
    Spettacolo.

    8) Teetoleevio
    Produrre o mixare un brano in una stanza non trattata acusticamente equivale a correre di notte in autostrada a fari spenti: non vedi un razzo. :D
    Non è colpa tua, è che semplicemente non senti bene quello che stai facendo, anche se hai 10 Distressor. TRATTA LA TUA STANZA ! Dai retta a zio Teeto !

    Fudo40 wrote:


    Tra l'altro @Teeto ci conosciamo tramite i tuoi corsi. Una volta mi dissi che sono stato il primo a riconoscere "il trick" che fai quando fai chiudere gli occhi ai tuoi allievi. Facilmente non ti ricordi saranno passati almeno 6/7 anni. XD


    Accidenti, non ti avevo risposto... eh è passato molto tempo, e il momento me lo ricordo !
    Gli anni passano in fretta, ed è per questo che bisogna cercare di fare un sacco di cose feeghe ! :thumbsup:

    T
    Produrre o mixare un brano in una stanza non trattata acusticamente equivale a correre di notte in autostrada a fari spenti: non vedi un razzo. :D
    Non è colpa tua, è che semplicemente non senti bene quello che stai facendo, anche se hai 10 Distressor. TRATTA LA TUA STANZA ! Dai retta a zio Teeto !

    teetoleevio wrote:



    Fuuuck incredibile 7 domande e 180 view. Incredibile.
    Bello il video e metafisici gli stacchi con le pecore... RAI 1970...
    Spettacolo.

    8) Teetoleevio


    Teetone,
    secondo me può essere sfortuna fino ad un certo punto. Cioè il dato mi pare comunque statisticamente interessante. Ammesso che nessuno mi conosce e che l'utenza presuppone che sono solo un altro cazzone che fa i tutroial almeno un click per ridere, se l'argomento ti interessa, lo fai. Io temo invece che ci sia lo zampino di Dunning Kruger dove talmente che non sai niente che pensi di non aver altro da sapere. Il paradosso, come per l'inflazione della musica anche quello del contenuto formativo, dei servizi eccetera produce l'effetto che la gente non li vuole nemmeno se li regali.
    se vendete il database mi incazzo.
    Senz'altro.

    Dunning Kruger insieme ad analfabetismo funzionale...
    un bel binomio, altro che il sidechain... :D

    Gran peccato...

    8) Teetoleevio
    Produrre o mixare un brano in una stanza non trattata acusticamente equivale a correre di notte in autostrada a fari spenti: non vedi un razzo. :D
    Non è colpa tua, è che semplicemente non senti bene quello che stai facendo, anche se hai 10 Distressor. TRATTA LA TUA STANZA ! Dai retta a zio Teeto !
    Ma secondo voi un gruppo come quello di HSI non può fare nulla? voglio dire i numeri ci sono gli utenti attivi comunque non sono pochi, e penso chessò a una raccolta firme e un'appello ai piani alti, o più banalmente cercare davvero di creare assieme una piattaforma che possa valorizzare il nostro settore o che ne so!

    Vi sembra un sogno ad occhi aperti di un ragazzino o qualcosa che potrebbe avere un senso?