Commenti al vademecum

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

    Secondo me un neofita che si legge d'un fiato tutto sto 3d molla senza pensarci 2 volte :D

    Battute aparte mi sembra si stia parlando di nulla come spesso accade qua. si parte da un esempio, quello della ellish in questo caso, che a mio avviso è uscito solo per dire "dai neofiti non abbiate paure o timidezze che anche la ellish ha registrato in casa e guarda cosa ha fatto" questo non vuol dire perforza "allora comprate tutti una scheda cinese da alibaba a 20 euro un mic da 15 e scaricate audacity e avete il successo in pugno!!!" ma secondo me vuol dire che "con la giusta dedizione e lo studio della materia si può raggiungere qualsiasi obiettivo, oggi anche con pochi mezzi ma padroneggiati con sapienza." ma mi pare anche ovvio e sottointeso e assolutamente stupido da sottolineare il fatto che senza studio, senza manico, senza stanza, senza attrezzatura ecc è molto piu difficile, e legato anche ad altri aspetti come il marketing. ma credo che sia solo il fare il classico esempio di chi ha vinto il nobel per far capire che comunque quello che conta sono i propri obiettivi personali e che tutto è possibile. se si nomina la ellish non vuol dire che tutti devono diventarlo.

    io quantomeno l'ho inteso così..il resto mi sembra tutto un grande bla bla bla sulla ellish se ha fatto o no il disco in casa se è giusto dire ai ragazzini che basta fare le cose in casa per diventare ricchi belli e famosi eccetera....fumo...tanto fumo...mentre l'inizio del 3d si presentava come un succulento e ottimo arrosto....ma ai neofiti stiamo dando solo fumo!

    opinione personale
    Sono tutti interventi stimolanti e interessanti che è piacevole leggere.
    Credo però che sarebbe il caso di spostare (non cancellare) tutto in blocco su una nuova discussione nella sezione caffè e lasciare solo i post iniziali di simonluka e a seguire solo post pertinenti al topic e poi eventualmente sticcarlo

    flashback wrote:

    simonluka wrote:


    Mi sento chiamato in causa visto che sono stato io a tirare fuori il discorso sulla creatività, ma si era già ot, e si parlava di successiva pulizia dei post, pertanto ritenevo la mia divagazione innocua oltre che pertinente
    Ad ogni modo accolgo volentieri l'invito a concentrarsi sul lato tecnico e ne comprendo le motivazioni. E mi congratulo vol bel lavoro che stai facendo con il tuo vademecum, è una bellissima idea.


    No no, assolutamente. Credimi, non mi riferivo a nessuno in particolare. Il mio discorso era assolutamente generale e spero che venga preso per il piglio giusto

    Manuel74 wrote:

    Sono tutti interventi stimolanti e interessanti che è piacevole leggere.
    Credo però che sarebbe il caso di spostare (non cancellare) tutto in blocco su una nuova discussione nella sezione caffè e lasciare solo i post iniziali di simonluka e a seguire solo post pertinenti al topic e poi eventualmente sticcarlo


    Si l'idea non è male, io comunque sono disponibile a tutto, basta decidere insieme è di comune accordo

    Pilloso wrote:

    Non so Luigi, a chi ci rivolgiamo?
    Io quando sono arrivato sul forum avevo già studiato composizione a conservatorio e suonavo 3 strumenti, sono venuto qui per la tecnica di registrazione e attrezzature varie.
    Il problema è il ragazzino che crede di fare il botto con Fruity Loops? Davvero? E sarebbe un problema per chi? E cosa cambia dirgli che deve studiare? Serve farlo?
    Se non lo capisce da solo è uno che non ha comunque speranze, siamo tenuti noi a cambiare il corso della sua vita?
    Abbiamo paura che immetta in circolo tracce con l'audio pessimo che frantumeranno le nostre orecchie e finiranno di distruggere la cultura dell'audio?
    Non so, non capisco le preoccupazioni almeno, l'unica mia preoccupazione è che qualcuno leggendo "non puoi farlo" si scoraggi per sempre, quando invece anche il solo fatto di aspirare al livello dei big potrebbe avvicinarlo a un bel mondo e fargli produrre, negli anni, cose discrete.
    Per il resto vedo che qualcuno sul decadimento del mercato ci ha ormai fatto un mantra, ma ricordo per l'ennesima volta che questo forum si chiama Home Studio Italia, e tutta questa paura di non spremere un professionista da ogni utente, io non la comprendo.
    Anzi credo che chi entra e legge il nome del forum, abbia chiaro il target a cui si rivolge meglio di chi sta dentro da anni, forse siamo noi che l'abbiamo dimenticato.
    O addirittura, la butto là: chi si lamenta che gli home studio minano la qualità dell'audio, forse sta sul forum sbagliato, così a intuito eh...
    Vogliamo fare cultura dell'audio?
    Va bene, apriamo un 3ad a tema, ma smettiamo di interrompere altre discussioni tirando in ballo idee, creatività, armonia, impengo, aaaaah, l'impegno e la costanza! Non si può finire un discorso senza ricordarle! Di questo passo ci dovremo anche ricordare di respirare, se no si soffoca eh! :D
    Potrei risponderti in diversi modi e correre il rischio di andare avanti a fraintesi.

    Forse è una questione di modo di porre le cose. Non lo so.

    Ma come hai già risposto prima, e parafrasandoti, ok, va bene che ognuno rimanga della propria idea.
    ...Musicalmente Parlando...
    Ragazze, io credo (spero) alla fine di non esprimermi bene:
    il mio intervento dice che senza ascolti, sala d'ascolto e studio dei classici ha poco senso parlare del resto. Voi create un contrasto di 40 post per dire che invece sono tutte cazzate, il forum si chiama Home, i dischi si fanno a casa, Billie Eilish e altri luoghi comuni.
    Adesso negli ultimi post invece date per scontato lo studio, la stanza gli ascolti ecc.
    Io dico che sbagliate a dare per scontato e rilancio presumendo che nessuno di voi "esperti" ha ascolti importanti o una sala dall'acustica importante per avallare o confutare quello che io mi permetto di consigliare per esperienza diretta.
    Magari sbaglio allora avrei piacere di sapere quanti di voi usano un sistema da più di 3000 euro e ascoltano in una sala con RT<0,5 e deviazioni in frequenza <+-5dB su tutto lo spettro (sono magnanimo). Non lo dico per polemica, se ci siete fatevi avanti e ditemi che quel fattore non viene prima di qualunque plugin, pre, microfono daw e cosa varie.
    se vendete il database mi incazzo.

    falcetta wrote:

    Manuel74 wrote:

    Sono tutti interventi stimolanti e interessanti che è piacevole leggere.
    Credo però che sarebbe il caso di spostare (non cancellare) tutto in blocco su una nuova discussione nella sezione caffè e lasciare solo i post iniziali di simonluka e a seguire solo post pertinenti al topic e poi eventualmente sticcarlo


    Si l'idea non è male, io comunque sono disponibile a tutto, basta decidere insieme è di comune accordo


    Comincio io a dire che sono d'accordo nello svuotare il 3d e lasciarlo quello per cui è stato pensato.
    L'avevo proposto e lo risostengo. E non perché il resto della discussione non sia interessante, anzi, ma per i motivi già esposti molti post fa.
    Se gli altri intervenuti si accodano e se @falcetta non la prende a male per il lavoro di fino che dovrà fare, possiamo procedere così

    DBarbarulo wrote:

    Magari sbaglio allora avrei piacere di sapere quanti di voi usano un sistema da più di 3000 euro e ascoltano in una sala con RT<0,5 e deviazioni in frequenza <+-5dB su tutto lo spettro (sono magnanimo).

    Se ci procuriamo il tutto poi possiamo finalmente parlare di Home Studio Recording?
    Giusto per sapere.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.
    certo e che non diventi nemmeno un posto in cui si continui a fare i maestri dietro anonimato fino a fare qualche brutta figura come tanti casi eloquenti del passato. Io ci metto la faccia...
    se vendete il database mi incazzo.
    Io non mi sono mai vantato delle mie capacità, quindi non posso rischiare nessuna brutta figura.
    Anzi sono qui con lo spirito di chi dopo vent'anni è ancora disposto a sottoporsi al giudizio altrui.
    Posto tranquillamente i miei pezzi, accetto le critiche, ne faccio tesoro e ringrazio.
    L'ho fatto gli anni scorsi e lo farò in futuro.
    La brutta figura non solo non la temo, ma proprio non mi riguarda, per me non è una competizione.
    Io ci metto il muso.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.
    allora accetta i consigli o ignorali (fa lo stesso) di chi lo fa per mestiere senza fare crociate, senza commentare parlando di falliti, dei riusciti ecc. Se vuoi fare polemica con me devi metterci la faccia pure tu. Okkè?
    Basta...
    se vendete il database mi incazzo.
    Siamo tutti un po' off topic quindi...off topic in più o in meno.
    Vi racconto una mia esperienza fresca fresca relativa al recording.
    Oggi ho distribuito una mia nuova canzone, è presente su tutti gli store.
    La parte ritmica avrà un anno, le altre parti le ho sviluppate lentamente quando avevo del tempo per farlo.
    Parto dal foglio bianco, mi scrivo tutto e mi suono tutto da solo. Il canto lo affido ad un ottimo plug in (emvoice).
    Ho dedicato parecchie ore a questo progetto...centinaia forse, non perchè volessi creare una hit da far soldi ma solo per riuscire a distribuire e far ascoltare qualcosa il più esente possibile da errori e piacevole all'ascolto.
    Un mese fa sottoposi il brano ad un producer per chiedergli se potesse farmi il mixing (a pagamento). Ascoltò il brano e non accettò, l'arrangiamento non andava bene e altri problemi.
    Ho preso le critiche in maniera costruttiva e ho risuonato delle parti e rifatto l'arrangiamento.
    Ad un certo punto mi devo fermare dato che questo non è il mio lavoro e se per ogni canzone devo lavorare più di 6 mesi...tolgo tempo alla creatività
    Detto ciò, questa mattina appena il brano è stato distribuito su Spotify ho mandato il link a questo tizio orgoglioso delle modifiche fatte seguendo i suoi consigli.
    Risultato...una valanga di critiche. Nessuna pertinente all'idea della canzone o alla melodia...ho dovuto tirargli fuori con le pinze il giudizio positivo su questi aspetti.
    Gli errori? Il mix...il basso si sentiva troppo, la chitarra anche...io quello che ho fatto l'ho fatto con la mia strumentazione amatoriale e per me costosa e l'ho provato su diversi dispositivi...ma secondo lui per fare un mix che sia corretto occorre strumentazione che consenta la traslazione ovvero cuffie da 1600 euro...ma è giusto questo?

    Manuel74 wrote:

    ma secondo lui per fare un mix che sia corretto occorre strumentazione che consenta la traslazione ovvero cuffie da 1600 euro...ma è giusto questo?

    Ci sono più approcci, visto che spesso si tirano in ballo i bei tempi passati, pare che Quincy Jones missasse interi album dentro delle Auratone.
    Poi sono arrivate le NS10 e molti le usano ancora, vedi CLA.
    Ma erano altri tempi, quindi fanno testo fino a un certo punto.
    Comunque anche oggi ci sono diversi fonici che dicono che le main le accendono solo per fare gasare i produttori.
    C'è anche chi oggi usa una cassettina bluetooth come raffronto per capire se trasla bene, perché è su quelle che la musica finisce.
    Poi certo, avranno tutti casse di raffronto migliori, non voglio metterlo in dubbio, nearfield, midfield, va bene che ciascuno si doti di quello che lo fa sentire sicuro, ma adesso che servano le cuffie da 1600 euro...
    Secondo me servono più le orecchie buone, la tecnica e gli occhi sugli analizzatori vari.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.