Risultati ricerca

Risultati della ricerca 1-20 di 338.

  • Avatar utente

    Dicevo solo che con internet chiunque può avere accesso gratuito e legale alle informazioni, alla musica, a molte altre forme d'arte. E' un fatto. Ha i suoi aspetti positivi e anche quelli negativi. Non ho mai parlato di politica o altro. Dicevo solo di accettare che su internet possono esserci le informazioni tecniche per assemblare un pc, e che se le utilizzi, non fai nessun torto a Sonux o Projectlead, aziende che questa cosa la sanno benissimo.

  • Avatar utente

    Io mi sono sempre servito da ProjectLead e ne sono più che soddisfatto. Ma il prossimo pc penso proprio di assemblarlo da solo. Ovviamente mi ispirerò alle scelte di Projectlead e anche di altri. Su internet c'è tutto e chi assembla lo sa benissimo. Uno dei motivi per cui questi pc costano molto è anche questo. Con internet, le informazioni girano, è inevitabile. Sono patrimonio pubblico, che uno lo voglia o no. Un cd finisce su Youtube nel giro di qualche giorno da quando esce! "Copiare" è la p…

  • Avatar utente

    Direi che è discreta, considerando i mezzi impiegati. Manca di brillantezza e di aria, mentre i rumori, almeno in questo file, sono trascurabili e comunque si possono togliere o quantomeno ridurre drasticamente. Non sono esperto di organi, ma mi sembra ben restaurato. Dopo un buon mastering, secondo me puoi consegnare il lavoro tranquillamente.

  • Avatar utente

    E sulla formazione di cui si parlava, quanto vuoi investire? P.s. le affermazioni di @orgelmeister sono dettate dall'entusiasmo, mi sembra facile da capire. Fra quelli che lo criticano, vorrei che alzassero la mano quelli che hanno in studio o hanno provato pre e convertitori Prism.

  • Avatar utente

    Devi viaggiare, ovviamente. Altrimenti rischi di avere Prism, Millennia e quant'altro, senza avere la maturità necessaria per usarli al meglio.

  • Avatar utente

    Un upgrade del tuo setup potrebbe darti qualcosa di quello che cerchi, ma: profondità, spazio, presenza si ottengono più che altro in mix. Ti consiglio di andare in studio da un professionista che reputi "di riferimento" e vedere come lavora su un tuo brano, registrato esattamente con il setup che hai adesso, così puoi renderti conto di quanto può migliorare solo con tecniche di mix. Poi, dopo questo importante investimento, puoi pensare all'upgrade.

  • Avatar utente

    Domanda: cosa c'è nelle voci che registri adesso, che non ti piace?

  • Avatar utente

    Anche io uso i pre della Prism e sono molto contento, ma la tua è una domanda a cui non si può veramente rispondere. Dipende dalla combinazione ambiente di ripresa - tipo di voce - mic - pre - conversione e poi da tutto quello che farai in mix, e anche dalla tua idea di suono. Come vedi le variabili sono tantissime. Fai delle prove! Anche io cerco un suono neutro, però ad esempio trovo più giusto affiancare ai pre Prism, il Neumann U89, che è più morbido e dolce dell'U87 e mi consente di avere s…

  • Avatar utente

    Ma non l'ho mica citato io! Però se mi piace quello che dice, che problema c'è? Ognuno ha la sua filosofia di vita, e si rispecchia in quello che facciamo, anche nel mix! Anche nei tuoi mix c'è il tuo modo di essere, sai? Non è solo tecnica. Me la prendo perché dovresti dosare di più le parole e lasciar perdere i Cantatù, i bar e tutte quelle sciocchezze simili.

  • Avatar utente

    Io non filosofeggio niente. Ho parlato di due schede di cui ho esperienza diretta, e l'ho fatto con competenza tecnica. Poi ho anche competenze artistiche, e non vedo proprio dove sia il problema. La musica è sia tecnica che arte. Non arrivo ai risultati empiricamente, ma con anni di studio, sia tecnico che musicale. Poi non alimento nessun bla bla bla, perchè qui ognuno è libero di dire la sua.

  • Avatar utente

    Bellissima citazione. E aggiungo: se si sente necessità di riferimenti, ognuno si dovrebbe sentir libero di scegliere i propri, in base alla propria sensibilità e al genere musicale. Non ci sono riferimenti assoluti.

  • Avatar utente

    Allora chiamalo segnale digitale... Scusa ma questo cosa c'entra col topic?

  • Avatar utente

    Ma tu hai il tc 4000 e hai fatto questo confronto con i plug in della Tc?

  • Avatar utente

    Bisogna investire sia in conoscenza che in apparecchiature, mi sembra più che ovvio.

  • Avatar utente

    Non fidarti delle discussioni. Fai delle prove con altri cavi e poi scegli, semplice!

  • Avatar utente

    Ad esempio, Digirack 003 e Prism Orpheus. La conversione Prism è più dettagliata, più precisa, l'orizzonte stereo più ampio, gli estremi di banda più veri, più lineari. Sono differenze piuttosto evidenti, non difficili da cogliere. Questo confronto deriva dall'esperienza di utilizzo in studio (che poi è l'unica cosa che conta), più che da test.

  • Avatar utente

    A me non interessa cosa fanno quelli dei Grammy. Io penso che la conversione sia uno dei passaggi più importanti, e quindi richiede ogni cura ed alti investimenti.

  • Avatar utente

    Per una descrizione di Qlab puoi guardare qui, mentre per togliere i difetti di una registrazione, serve un tool specifico per ogni difetto. Suoni di sottofondo > Specral editor Fruscio > Noise removal Troppo riverbero > De reberb Level troppo alto > Declip

  • Avatar utente

    Io lo spengo sempre, mai avuto problemi. Tra parentesi, ho visto banchi SSL accesi perennemente, mai spenti... mah, per me non è una gran cosa dal punto di vista ambientale, anche se uno se lo può permettere. Ma come mai hai due UPS?

  • Avatar utente

    Bella registrazione, tutto ben suonato ed equilibrato, suona tutto gradevole pur non avendo mic stellari. L'unica cosa che mi lascia un po' così è la dinamica un po' scarsa. Potresti postare lo stesso file senza compressione? Altra cosa: non usare gli mp3 se puoi! Questo file, anche se è a 320, ha le frequenze da 16 Khz in su completamente tagliate!