Risultati ricerca

Risultati della ricerca 1-20 di 996.

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

  • Avatar utente

    Credo che oramai le etichette prendano solo prodotti già sostanzialmente finiti (e quindi con costi interamente a carico dell'autore), ma non sono addentro e quindi potrei dirti una sciocchezza. Per quanto concerne il tipo di legale è preferibile trovarne che abbia specifiche competenze in materia di diritto d'autore, dal momento che è una branca piuttosto particolare del diritto civile.

  • Avatar utente

    Uhm... forse scrivevi che lo usava un tuo conoscente... Comunque, strano che nessuno abbia notizie sul prodotto, non credo abbia venduto così poco...

  • Avatar utente

    Quota daDatman: “Quota dapao: “Quota daDatman: “Il manuale riporta: Mic Input E.I.N. 22Hz-22kHz unweighted: -109dB EIN!!! Ci sono qualcosa come 20dB di rumore di troppo!!!”Scusa @Datman, non capisco a quale manuale fai riferimento, quello dell'UI16? ”Sì: 3e7777c294b9bcaa5486-bc95634e6…rManual_v3.0_original.pdf ” Ma il dato cosa significherebbe, perdonami?

  • Avatar utente

    del soundcraft ne parlava @SimoBarzo tempo fa, se non erro

  • Avatar utente

    Quota damarco76_yabe: “@pao troppo pochi in e out? 18 ingressi e 6 aux non mi sembrano tanto pochi...” ah sì vedo ora che ha 6 aux... interessante. Solo che ha solo 8 in microfonici, dovrei portarmi dietro un pre esterno per gli altri 8 canali line...

  • Avatar utente

    mmm... budget piccolo al momento. l'UI16 si trova sui 400 attualmente. Una cosa così...

  • Avatar utente

    Grazie intanto per gli interventi. Quota daDatman: “Il manuale riporta: Mic Input E.I.N. 22Hz-22kHz unweighted: -109dB EIN!!! Ci sono qualcosa come 20dB di rumore di troppo!!!” Scusa @Datman, non capisco a quale manuale fai riferimento, quello dell'UI16? @marco76_yabe interessante l'RCF, ma ha troppo pochi i/o per le mie esigenze...

  • Avatar utente

    Sarei in procinto di vendere il mio vecchio soundcraft M8 per acquistare un nuovo UI16. L'utilizzo è essenzialmente per serate per il mio gruppetto in locali piccoli (siamo in 5 e facciamo roba acustica). Come effetti attualmente uso solo un paio di riverberi montati nel rack (un Roland e un Midiverb II) Ferma la maggior trasportabilità e comodità del digitale, che è quello che mi spinge al cambio, il dubbio è se come qualità audio i due mixer sono paragonabili o con l'UI vado a perdere sui pre …

  • Avatar utente

    Cercando di ridurre un po' la questione all'osso. La musica è una forma di espressione del pensiero. Chi fa musica dice quindi qualcosa, come chi parla, chi dipinge etc... Ma non tutte le cose che uno pensa devono necessariamente essere dette. Porsi dal punto di vista dell'ascoltatore serve proprio a stabilire cosa dire e cosa tenere per sé.

  • Avatar utente

    Condivido al 100%. Conosco parecchia gente che organizza concerti e si lamenta continuamente della scarsa partecipazione del pubblico. Ma il pubblico non ha obblighi, non è tenuto ad averne. Siamo noi (e comprendo tutte le categorie che ruotano intorno al prodotto musica) che li abbiamo. Ed essere noi stessi pubblico (sia live che davanti a un buon impianto hi-fi) ci dovrebbe costringere a migliorare sempre.

  • Avatar utente

    Parlo da autore, prima ancora che da musicista (scarso) e da "fonico" (scarsissimo, e dunque vado di virgolettato). Un paio di anni fa mi sono posto il problema: "perché creo musica e per chi creo musica", partendo proprio dalla considerazione che ormai ascolto quasi solo musica prodotta enne anni fa. Sarà sicuramente anche un problema di anni che passano, per carità, però la forza delle produzioni (penso in particolare al cantautorato italiano che è un po' l'ambito in cui mi muovo) degli anni '…

  • Avatar utente

    Esiste naturalmente un accordo, che vale per tutte le società di collecting, per cui si recuperano reciprocamente, sul suolo nazionale, i diritti tra di loro. IMRO recupera i diritti di associati SIAE in Irlanda, così come SIAE recupera quelli degli autori IMRO in Italia e così via per tutte le società di collecting (penso tutte, ci sarà qualche eccezione che non so). Il fatto che l'associazione del singolo artista a IMRO sia gratuita non rileva rispetto al fatto che questo recupero di somme avv…

  • Avatar utente

    Ciao a tutti, un'amica mi diceva di essersi iscritta, per la riscossione dei diritti d'autore sulle proprie opere, a IMRO, la società irlandese omologa di SIAE. In particolare, mi riferiva, mentre compilava il borderò a fine serata, che IMRO, a differenza di SIAE ripartirebbe i diritti relativamente ai suoi concerti dal vivo in maniera analitica, pagandole quindi esattamente "quanto suonato" e non opererebbe una ripartizione "a campione". Questo anche se il borderò è cartaceo e non digitale (è n…

  • Avatar utente

    Grazie, come riverbero cosa usi? plate, hall, room? Al momento suoniamo come trio acustico, percussioni, violoncello e chitarra classica con relative tre voci. Facciamo canzone d'autore, qualche bossa, roba così... Per il delay purtroppo non ho il tap sull'effetto, pensavo di metterne uno molto molto stretto e con un'unica ripetizione, giusto da ingrossare un po' voci e strumenti a corda. Ma non so se è una roba che si fa normalmente live... volevo appunto capire come si orientano i professionis…

  • Avatar utente

    Nessuna idea?

  • Avatar utente

    Ciao a tutti. Ho un impiantino con due multieffetti esterni (un roland e un alesis, ma poco importa). Volevo sapere, da chi è del mestiere, quali sono gli effetti che normalmente si usano "di default". Cioè nel senso: accendo l'impianto e parto con due preset. Ma quali? Due riverberi diversi (e quali? plate? room?) o un riverbero e un delay? Non so, illuminatemi! Grazie per ogni contirbuto!

  • Avatar utente

    Ah grazie! Complimenti per lo studio in ogni caso!

  • Avatar utente

    @cicciovz' scusa, è una fw 1884 quella? La usi con reaper forse?

  • Avatar utente

    Consiglio cuffia chiusa

    pao - - Monitor da studio

    Messaggio

    Appena preso le dt770, parlando di comodità le trovo migliori rispetto a akg k240, Sennheiser hd25 per non dire delle prodipe pro 880

  • Avatar utente

    Fbt serie X

    pao - - Live, P.A. e luci

    Messaggio

    Grazie, molto interessante, considerato che molto probabilmente sarà determinante l'uso "nearfield", visti i contesti in cui suoneremo e il genere che proponiamo...