Risultati ricerca

Risultati della ricerca 1-20 di 991.

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

  • Avatar utente

    Io la conversione del 386 non l'ho mai apprezzata. Ho sempre preferito andare di analogico nella scheda.

  • Avatar utente

    A me piace! Solo che, per ovvi motivi , quel violino finto... Brrrr......

  • Avatar utente

    Ah ok pensavo lo avessi già! Per sicurezza dai un'occhiata al manuale, ma in ogni caso lo utilizzi comunque in qualche maniera. Io ci ho messo le mani su qualche volta per dei piccoli live, ma personalmente ho un Soundcraft digitale per cui la mia esperienza è limitata.

  • Avatar utente

    Sì direi proprio di sì. In ogni caso è una prova davvero veloce da fare per cui magari dacci conferma della cosa per i posteri...

  • Avatar utente

    Eccomi! L'ho usato solo una manciata di volte, ma quello che chiedi dovrei saperlo. Le mandate del QU16 sono 7 anche le uscite fisiche sono di più. Le mandate stereo le puoi usare come ti pare, nel senso che se non ricordo male il Pan dei canali in mandata è indipendente da quello del Main, per cui se lasci tutto centrato puoi tranquillamente collegare una spia ad una delle uscite ed è come usare un'altra mandata in mono.

  • Avatar utente

    Confronto Serio su 50 microfoni

    Angix - - Microfoni

    Messaggio

    Grazie mille. Dando un rapido ascolto ho trovato alcune conferme e alcune sorprese. Peccato che manchi il TLM102... Mi sarebbe stato super utile!

  • Avatar utente

    Cioè se i sub fanno anche da cross-over, tagliando le frequenze più basse prima di andare ai satelliti. Oppure se hai un crossover a parte, per cui il cablaggio è differente. Oppure, in base al mixer che usi, se puoi utilizzare un'uscita esclusiva per i sub e la main per i satelliti. In ogni caso, nella maggior parte dei casi delle piccole situazioni, va bene come dici te.

  • Avatar utente

    @classic Beh la struttura non è stata concepita quanto portata avanti strumento in mano, per cui non c'è stato nessun lavoro preliminare. I giri armonici sono in realtà due, accomunati da quei piccoli frammenti melodici del piano che fanno da ponte. L'ultima parte invece è la riproposizione armonica del primo giro ma solo archi. La questione generale è ovviamente più complessa e ovviamente legata all'assuefazione che chi ascolta e chi scrive inevitabilmente ha sviluppato nel tempo. Tema compless…

  • Avatar utente

    Eh ma infatti quella è stata un sorpresa anche per me. Parte del colpo di culo merito devo dire che va anche al mic, che ha delle alte davvero ariose e abbassando tutto di un'ottava è riuscito a mantenere abbastanza armoniche per conservare un timbro decente. Poi chiaramente lo strumento, sulla III e IV corda ha aiutato. E infine una sessione di Maag ha ridato in parte vita alla traccia, rendendola più che credibile.

  • Avatar utente

    Quota damark88: “hai guardato forrest gump ieri sera? :D” Vabbé, "ispirazione" involontaria a parte, se hai commenti da fare sono tutto orecchi.

  • Avatar utente

    Ahahaha lo sapevo! Aspettavo qualcuno al varco!

  • Avatar utente

    Quota daDBarbarulo: “Paypal è un sistema certamente comodo e per questo si ciuccia il 4% della transazione se usi la buyer protection. PERO'. Il soggetto che ha truffato il TS ha ricevuto un pagamento con bonifico. Un bonifico deve arrivare su un conto che è nominale. Questo conto deve essere stato acceso con un documento falso o con la complicità di una filiale bancaria. Difficilmente una filiale bancaria non è videosorvegliata. Quindi, citando MrRed, l'azione penale non è del tutto priva di se…

  • Avatar utente

    Ecco un brano buttato di getto utilizzando uno dei miei nuovi Lauten La120, microfoni che mi hanno incuriosito moltissimo e ora trovo molto validi su tante cose (e molto difficili su altre). Il brano è come sempre compositivamente molto semplice, con un intreccio di voci che raggiungono una polifonia di 12 nel punto di maggior complessità. I "violoncelli" sono sempre ripresi dal mio violino brutalmente abbassato di un'ottava con un pitch-shifter. Ecco il brano: Link Per info tecniche chiedete pu…

  • Avatar utente

    Yamaha vs Rokit

    Angix - - Monitor da studio

    Messaggio

    Vero ma bisogna ammettere che lì si entra in altre logiche... Però chiaro, ognuno di noi avrà i prodotti "sì" e quelli "no". Poi, mettiamoci la mano sul cuore, in pochissimi hanno davvero avuto la possibilità, la voglia e la lucidità per utilizzare a lungo monitor di cui si parla o effettuare test a/b in ambienti trattati per poter dire "questo è meglio di quest'altro" oppure "questo è diverso da quest'altro per questi motivi". Diciamoci la verità che molto si riferisce per sentito dire.....

  • Avatar utente

    Yamaha vs Rokit

    Angix - - Monitor da studio

    Messaggio

    Quota daswish: “Discussione interessante e anche io sto valutando acquisti simili ad @alexbcube. Ora, capisco la frustrazione di molti nel dire che sono pessime per fare un buon lavoro e dovete spendere 1000 euro, ma sentite: ogni produzione ha un obiettivo, ovvero quella di essere ascoltata. Ora, la maggior parte delle nostre produzioni vengono ascoltate, anche semiprofessionalmente, da cuffie e spesso da supporti mp3. O ascoltate da impianti casalinghi nel bagno mentre si fa la doccia o in sal…

  • Avatar utente

    Yamaha vs Rokit

    Angix - - Monitor da studio

    Messaggio

    Mettiamola così: i monitor sono come le ragazze. Se si parla di stragnocche, tutti (o quasi) sono unanimi nei giudizi. Più si scende di livello e più le opinioni saranno varie e contraddittorie. Anche quando arrivi al livello "cesso a pedali" ci sarà sempre qualcuno che ne tesserà le lodi. Detto questo, se a te piacciono e non percepisci lacune particolari, se ti rendi conto che quello che esce da lì trasla dignitosamente su altri ascolti, se ti ci trovi bene, etc.. Continua ad usare quello che …

  • Avatar utente

    Yamaha vs Rokit

    Angix - - Monitor da studio

    Messaggio

    Lasciamo stare il discorso mastering, pro o semi-pro su cui è inutile che dica la mia. Stai cercando dei monitor che scendano di più. Semplice. A quel punto, rimanendo in casa Yamaha, lascia stare le hs e vai piuttosto sulle già citate MSP. Detto questo però l'aspetto del trattamento della stanza si pone come una questione di primaria importanza, nel senso che è facile che parte dei problemi che percepisci in basso, più che da una questione di risposta dei monitor, dipenda da problemi della stan…

  • Avatar utente

    Sì sì fai tutto da lì. Tieni schiacciato, comincia a lampeggiare, e giri la manopola fino a quando sei a posto: o selezioni una frequenza (e quindi si comporta da master) oppure uno dei due ingressi adat (slave).

  • Avatar utente

    Devi tener schiacciato il suo knob e dovrebbe lampeggiare uno dei led ad indicare da dove pesca il clock (o se usa il suo interno).

  • Avatar utente

    Thunderbolt nasce sulla scheda madre o non se ne fa nulla. Alcuni modelli di Asus (e forse qualche altra marca) prevedono un'espansione Thunderbolt via pci express (che in ogni caso non è sufficiente, prevedendo comunque un collegamento ulteriore tramite header interno) ma, sia chiaro, non esistono adattatori pcie generici come, per esempio, succedeva su firewire.