Risultati ricerca

Risultati della ricerca 1-20 di 996.

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

  • Avatar utente

    Quota dagastaxxx: “è un pedale che ho fatto per un amico, lo schema è molto semplice 3.bp.blogspot.com/-cJV_W8MdN78…o/s1600/Split+n+Blend.png come basso ho usato un precision” che tu sappia esiste un pedale simile in commercio? semplice curiosità. tnx

  • Avatar utente

    Quota dagastaxxx: “Io ho ottenuto un suono simile per caso usando un distorsore (in quel caso un ocd) con un blender (che mixa il segnale pulito a quello distorto) ed entrando in un ampeg svt cl abbastanza sparato, rimane il suono pieno del basso compresso dalla testata e ben distinguibile il distorto” che basso hai usato? hai anche un link per il blender? Grazie

  • Avatar utente

    C'è chi paga per suonare, e c'è chi lecca i culi per suonare. Non è prosituzione anche quella? Non è che, se nessuno pagasse, ci sarebbe una giuria meitocratica a scegliere le spalle. Manderebbero i loro amici. Ad ogni modo: +1 per il post di Grunge che è il più obiettivo. Se vuoi il mio parere: non pagare, non leccare, non andarci. Metti in piedi, con dedizione e amore, qualcosa di tuo. Cerca altrove. @Slive: sono stati proprio i sedicenti professionisti che per primi hanno chiesto i soldi per …

  • Avatar utente

    Quota daTracce Sonore: “ Quella attiva invece prende il segnale e lo restituisce a livelli Line, in genere è già incorporata la sezione di preamplificazione (lo colleghi direttamente ai convertitori) ” Aspettate un attimo: * AU5, attiva: 150 ohm mic e 600 ohm line. * JDI, passiva: il mic level lo dà a 150 ohm mic (pagina 2). * J48, attiva: il segnale in uscita lo dà a 600 ohm e lo chiama mic (pag 2) parliamo di segnali in uscita

  • Avatar utente

    In genere ogni dispositivo fa storia a sé e bisogna vedere com'è progettato. In linea di massima: la DI passiva prende il segnale della chitarra e lo fa uscire a livello Mic (basso) e a quel punto lo puoi mandare a un pre. Quella attiva invece prende il segnale e lo restituisce a livelli Line, in genere è già incorporata la sezione di preamplificazione (lo colleghi direttamente ai convertitori) (sempre in genere) gli strumenti passivi vanno benissimo sia con le attive che con le passive, idem pe…

  • Avatar utente

    Quanta energia! (e pure quante righe da leggere... :P) Scherzo grazie anche da parte mia, molto interessante. Me lo salvo, leggerò.

  • Avatar utente

    Non ho capito. Le apparecchiature indicate da Mauro si possono o non possono usare con Windows, e se sì come? Grazie

  • Avatar utente

    Quota damenestrello: “Ciao, in giro troverai che qualcuno preferisce i convertitori RME ad Apogee Rosetta... io ti dico la mia: non c'è paragone. Rosetta tutta la vita, siamo proprio su un'altro pianeta. Valuta l'opzione Symphony I/O 2x6 è una scheda audio utilizzabile anche come convertitore Stand Alone ed è SPETTACOLARE. Prezzo sul nuovo sui 1950 EURO... Questa è superiore al Rosetta. Ciao, Mauro” Ciao Mauro, ma la roba della Apogee non è dedicata solo per chi usa il Mac?

  • Avatar utente

    Quota daIlanRe: “Quota daGiampier80: “ Quali sono le cose contro il music biz che hai letto? o. Per te il catchy è tutto in una hit? Per me no Per te il catchy è l'elemento indiscutibilmente principale di una hit? Per me no. Queste mie convinzioni le porto avanti perché mi reputo più bravo di quelli che scrivono le hit e fanno i soldi? No.”Gianpier, ila questione, i discorsi contro il music biz sono intrinsechi nelle tante affermazioni che ho letto. Se mi sono sbagliato e ho capito male, faccio …

  • Avatar utente

    Quota daIlanRe: “ok, va bene il marketing, però il discorso è che quando si arriva ad investire milioni di dollari/sterline/euro in un prodotto significa solamente che l'investitore crede fortemente in quel prodotto. In america, come in inghilterra, i produttori investono in gruppi che hanno già un forte seguito. com'è stato per i Beatles, che erano già delle star locali prima di conoscere Epstein. E' come per il pubblico nelle trasmissioni televisive: i produttori televisivi usano il pubblico i…

  • Avatar utente

    Ciao a tutti avrei una domanda. Ho la possibilità di prendere un ipad3 (che prenderei per le varie app musicali da provare). -mettiamo che prendo 'sto ipad e carico un'app di un synth o di un melody maker, durante il tempo libero trovo una melodia che mi piace: A quel punto c'è un modo pratico e veloce per portare tale melodia sulla daw fissa(w7, cubase)? O dovrei riscriverla/suonarla da capo? Grazie

  • Avatar utente

    Quota daIlanRe: “di questo passo andiamo avanti all'infinito. Ognuno continuerà a postare pezzi secondo il proprio gusto” Appunto, non si può parlare in assoluto di pezzo più o meno catchy perché è una cosa soggettiva. L'ascolto è influenzato da altri fattori ambientali, personali del momento, affinità emotivo caratteriali (e anche modaioli e visual, purtroppo). Dici di lasciar stare per un attimo le teorie markettare, ma poi usi come principale metro di misura le "vendite". Sappiamo tutti che i…

  • Avatar utente

    Quota damenestrello: “Ciao, beh... il trittico standard è indiscutibile: Neumann U47 Tube Neumann U67 Tube Telefuken ELAM251 non ci metto anche il C12 perchè stiamo parlando esclusivamente di voce e per voce io stesso sceglierei nel 90% dei casi l'ELAM sul C12... ma non dimentichiamoci che se estendiamo a tutti gli strumenti il C12 sale al primo posto. E partendo da questo trittico storico che tutti vorremmo avere si possono fare altri trittici (che brutta parola) con cloni o comunque microfoni …

  • Avatar utente

    Quota dapalmiro: “Quota daDream Theater: “Quota dapalmiro: “guarda, ho avuto la fortuna di registrare ai forward studios ...l'ho usato anche li...se lo usano in un posto del genere funzionerà no?!?! :thumbsup:” la consuetudine è legge? Non è perchè lo usa uno studio tal dei tali sia efficace...” No,ho solo detto che in uno degli studi numero uno d'europa (per essere riduttivo...) lo usano,sapranno quel che fanno? La sala era particolarmente viva,oltre che enorme,e hanno ridotto lo spazio con dei…

  • Avatar utente

    Secondo me catchy è qualcosa che rimane e non è necessariamente legata al "marketing". Ad es secondo me questa è catchy youtube.com/watch?v=YaNSCYexQh0 Anche se mi rendo conto che dal punto semantico "catchy" rimanda più al marketing, come molti americanismi. È uno degli effetti di quello che dicevo prima. Non vedo nulla di male se un musicista si sforza di trovare una melodia semplice che rimanga nel cervello, il problema è che spesso associamo la sua ricerca all'intenzione di fare denaro e bas…

  • Avatar utente

    Quota damenestrello: “Quota daGiampier80: “Ciao, semplice curiosità (nessusa polemica): come mai di solito valvolari? Potresti farmi un esempio di potenziale trittico di mic valvolari per una situazione da te indicata nel quote? Grazie” o 3 mic? ” Intendo un esempio di un gruppo composto da 3 modelli di microfoni valvolari "per avere versatilità visto che hai esigenza di registrare diversi tipi di voci. " grazie

  • Avatar utente

    Quota damenestrello: “ciao, io ho uno studio dedicato al tracking vocale di alta qualità e credimi devi decisamente alzare il budget. Ti servono almeno 2 microfoni (meglio 3) (di solito valvolari) per avere versatilità visto che hai esigenza di registrare diversi tipi di voci. Ti serve un preamplificatore microfonico e un convertitore AD. Poi anche un compressore hardware di un certo livello non sarebbe male, almeno tutti gli studi professionali (dico questo perchè hai specificato "alta qualità"…

  • Avatar utente

    Quello che veramente mi sta sul ca##o è la mentalità che ha - secondo me - mal contaminato questo mondo. E ha colpito sopratutto i più indifesi (i giovani) con l'arrivismo sfrenato, con il pagare per suonare, con i produttori farlocchi che allestiscono festival dove aizzano le band, una contro l'altra, spiegando loro di dover "rompere il kulo" all'altra band per portate tanta gente (così guadagnano loro), con la patetica competizione (spesso mascherata da finta amicizia) tra i vari gruppi ecc. T…

  • Avatar utente

    Secondo me, molto banalmente. Homestudio piccolo meglio 1 monitor, ambiente grande, più monitor. Io ho avuto sia il single che il dual. Tutta questione di abitudine, certo, col monitor single fai qualchve click in più, ma nulla di drammatico. ps: che marca modello prendi?

  • Avatar utente

    Io nemmeno so cos'è un eurorack, chi è così cortese da spiegarmi grossomodo di cosa si tratta e da cosa si differenzia principalmente ? grazie