Risultati ricerca

Risultati della ricerca 1-20 di 242.

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

  • Avatar utente

    Giralo verso il muro.

  • Avatar utente

    Uno speaker ha una curva di impedenza che dipende dalla frequenza. Un attenuatore resistivo è un carico fisso che NON si comporta come uno speaker. Quindi aggiungere una resistenza è meno trasparente che aggiungere un altro speaker o aggiungere un carico "reattivo". Eg. THD Hotplate vs Aracom. Aggiungere una resistenza fra finale è speaker è una operazione che richiede un minimo di esperienza (il rischio di bruciare qualcosa c'è, nella migliore delle ipotesi se sbagli qualcosa salta il fusibile,…

  • Avatar utente

    Abbassa anche il Channel Volume (oltre al Master) e salva le impostazione di canale in un preset. EDIT: leggo adesso che ci hai giá provato... Perché non provi a modificare anche i preset di fabbrica che usi? Usare un attenuatore o modificare il finale mi sembra eccessivo.

  • Avatar utente

    Comunque in tempi non sospetti se ne era già parlato qui, anche se all'epoca non si chiamava Bronze.

  • Avatar utente

    Io darei un occhio al Cascade Fat Head II e al Beyer M160 (in particolare quest'ultimo se lo trovi usato, penso sia un ottimo acquisto). Btw, mai avuto nessuno dei 2.

  • Avatar utente

    Ciao, i condensatorori non mi risulta si usino spesso per il tipo di suoni che cerchi. Comunque se proprio vuoi un nome: Audio Technica AE3000 (sopporta alti SPL, ce l'ho ancora, mai usato veramente). I ribbon non si usano solo sui suoni clean: Royer 121, Shure KM313, Beyer M160 se cerchi vedrai che si usano anche sui suoni distorti. Io é da anni che uso solo l'SM57 (e ne ho ancora tanti di mic: MD421, Beyer M201, altri 2 SM57, AE3000, Ribera R47, ho avuto per diversi anni l'R121).

  • Avatar utente

    Quindi il rumore rosa passato nel KPA ha meno basse rispetto al segnale originale? Già, nemmeno a me sembra "poca roba". Forse il gap viene comunque compensato durante la profilazione. Ascoltando il test sullo Showman non mi pare di sentire differenza sulle basse.

  • Avatar utente

    Ciao, la prima domanda che mi viene in mente è: pensi davvero che sommando più microfoni (ammesso di farlo nella maniera "corretta") si ottenga un suono migliore? Se la risposta è "sì", perchè hai provato e quindi ne sei convinto allora io la approccerei cosi... Per mettere "in fase" le tracce puoi fare come spiegato qua (nel video vengono usati rig diversi, ma il concetto si applica pari pari a microfoni diversi sulla stessa cassa). Le tracce non saranno mai perfettamente in fase, cioè si cance…

  • Avatar utente

    Quota daArchverb: “ Certamente per fare un paragone tra le potenzialità di riproduzione degli ampli, tra questo ed altri sistemi, occorrerebbero più amplificatori con settaggi diversi, saturazioni diverse e forse anche tracce DI diverse. Del resto c'è sempre un inizio, per cui seguo con interesse... ;)” Ciao In base alle nostre conoscenze, per il momento non siamo in grado di fare saturazioni spinte/distorsioni. La distorsione è limitata a 10 armoniche in questo program. Forse sono sufficienti p…

  • Avatar utente

    Quota daPAPEdROGA: “Esatto, non si può. O almeno sapevo che non era possibile, ma la mia ignoranza in materia è tanta Inizio a girarvi qualche file. Qui abbiamo un' esecuzione fatta da Archverb, su Kemper, con profilo di un Fender Bassman. Magari sarà lui a darci maggiori dettagli. KPA_Archverb Qui un mio reamp delle sue DI. Fatto al volo e, come dicevamo qualche post sopra, cercando di essere il più possibile "standard". Tutti i controlli ad ore 5 (questo modello di Showman ha, nel primo canale…

  • Avatar utente

    Coda di paglia?

  • Avatar utente

    Il mio consiglio è di valutare program per program con il vst analyzer, verificando sia la risposta in frequenza che la distorsione di fase, a differenti frequenze di campionamento. Noterete che non si comportano tutti allo stesso modo.

  • Avatar utente

    Quota dasirAracs: “Nebula è un rompicapo per quanto è bello. Suona molto ma molto vicino all'analogico vero, senza il potenziale problema della conversione.” Riguardo alla conversione, Nebula si basa sul campionamento di hw, quindi si tratta di un passaggio obbligato.

  • Avatar utente

    Ok. Assumiamo che non hai un cassa. Esistono tante soluzioni. Ti serve qualcosa da attaccare allo SPEAKER OUTPUT come carico, altrimenti bruci il trasformatore di uscita della testata (probabilmente se tieni il volume a zero non succede niente, anche senza carico, ma fossi in te NON proverei). Compra un load box tipo THD hotplate (scegline una qualunque a 4, 8 o 16 Ohm, insomma, una delle impedenze che puoi selezionare sulla testata) e collegala allo SPEAKER OUT. A questo punto hai 3 alternative…

  • Avatar utente

    Come giustamente detto da Pilloso é necessario mantenere collegato uno speaker output ad un carico. Puoi usare una loadbox anche se secondo me puoi benissimo usare una cassa, se ne hai una, e tenere il volume del finale a zero. Puoi usare le uscite LINE OUT oppure SEND direttamente nella scheda. Normalmente il SEND é a bassa impedenza. (Insomma, quoto Pilloso ) EDIT: riguardo al poter sfuttare il suo suono. Collegando LINE OUT/SEND alla scheda stai prelevando il segnale del preamp. Quindi qualsi…

  • Avatar utente

    Quota daPilloso: “Ok teoricamente quindi entrambe le cose che dicevo, ma parliamo sempre di teoria, nella realtà nessuno ha mai detto di avere percepito chissà quale differenza... Riproverò a mia volta con il mio attuale setup ma speravo anche in qualche testimonianza.” Haha ok. Ma non dare per scontato che sia solo teoria e gli altri non abbiano provato. Poi uno porta anche le prove e si prende le pernacchie da quelli che dicono che il discorso è troppo tecnico.

  • Avatar utente

    Mi vengono in mente 2 ragioni "principali" per lavorare a frequenze di campionamento superiori a 44.1KHz. La prima riguarda la fase di tracking. Maggiore e' la frequenza di campionamento, minore sara l'effetto del filtro LPF del convertitore perche sara' spostato piu' a destra e verosimilmente meno ripido. La seconda riguarda l'impiego di plugin a fase minima in mix. Anche in questo caso le distorsioni di fase introdotte saranno meno evidenti all'aumentare della frequenza di Nyquist.

  • Avatar utente

    A me pare un problema di livello del segnale, piu' che di impedenze (visto che dici che i pedali non producono abbastanza distorsione). Pobabilmente stai uscendo troppo "freddo" dalla scheda. A che livello (dB) sono registrati i segnali? Forse e' sufficiente tirare su i segnali via software. Se cosi non funziona, ci sono altre cose che si possono provare (ad esempio usare un preamp tra la scheda e i pedali, ma per il momento lasciamo stare). Riguardo a reampbox si vs reampbox no, io ho sempre no…

  • Avatar utente

    ....

    davidosky - - Elaborazione audio

    Messaggio

    Quota daKNX: “No, le tracce Key uso un eq plpareq Il Nebula lo metto sulle tracce comandate dalla Key ” @Nocturnal Overlord aveva gia' chiarito...

  • Avatar utente

    Ciao, ti rispondo io... Magnitudo Si tratta dei dB di cut/boost e lo shape dell'intervento (campanature, eventuali shelving, filtri): é la rappresentazione piú comune di un intervento di EQ. Fase Distorsione di fase introdotta: é una caratteristica fondamentale. Equalizzatori diversi a paritá di magnitudo introducono distorsioni di fase diverse. Determina gran parte del carattere, puó dare la percezione di minore o maggiore boost, anche a paritá di magnitudo. Nel caso del plugin Alliance e dei p…