Risultati ricerca

Risultati della ricerca 1-20 di 249.

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

  • Avatar utente

    Quota daWarmuser: “Quota dadavidosky: “Microfoni flat-response e frequenze - Pagina 7 - Microfoni - Homestudioitalia | Il forum italiano di home recording e strumenti musicali[/url]']Io personalmente starei lontano come la peste dalle Isobox, ma a queste condizioni anche dall'usare microfoni per gli ampli. ADA MP1 (200 euro usato) e tante IRs di tanti cabinet: poca spesa tanta resa. Pulito cristallino, crunch Marshall, e distorti anticarro. Cheers” Si una bella soluzione ma non rispetterebbe i m…

  • Avatar utente

    Io personalmente starei lontano come la peste dalle Isobox, ma a queste condizioni anche dall'usare microfoni per gli ampli. ADA MP1 (200 euro usato) e tante IRs di tanti cabinet: poca spesa tanta resa. Pulito cristallino, crunch Marshall, e distorti anticarro. Cheers

  • Avatar utente

    Quota daPaul Rain: “ mi argomento da solo a caso: - uno stadio di preamp (salvo colori particolari) è solo ul livello di gain, basta abbassare o alzare a discrezione ” Ok, d'accordo, un preamp alza solo il livello in linea di massima, in pratica applica sempre modifiche alla risposta in frequenza e distorsione armonica che dipendono da preamp a preamp e da come é regolato (caso estrem: 1073 con red knob al massimo e grey knob basso: non é esattamente clean e puó introddurre clipping del preamp).…

  • Avatar utente

    Reamp con preamp

    davidosky - - Mixaggio e mastering

    Messaggio

    Se ti piace il risultato perché no? Io confronterei con la chitarra direttamente collegata all'ampli, per vedere se perdi qualche frequenza durante il reamp, ma se cerchi un risultato "creativo" non é neanche necessario. Ad ogni modo uso sempre un preamp dopo il DAC, 1073 con red knob al minimo (la modalitá piú clean) o millennia, per portare il segnale al livello corretto, ma ho anche un reamper.

  • Avatar utente

    Quota dafaxl: “ Ecco, ho letto che non si deve fare un cubo, ma occorre fare la isobox in misure diverse per larghezza,lunghezza,altezza. E' un fatto di propagazione e concentrazione di frequenze, essendoci poco spazio/aria, devono andare verso il lato più lungo. Più o meno è così. ” Certo, a logica é vero. Ma all'atto pratico dentro era talmente morto e imbottito di poliuretano e la cassa era posta in diagonale che boh, non penso faccia davvero differenza, ma ovviamente manca la controprova (co…

  • Avatar utente

    Io avevo costruito un cubo da 1,3m di lato se ben ricordo, ce l'ho ancora, lo chiamavamo il cubo (come quello dei Transformers haha)... Nessuno studio teorico dietro, avevo approcciato la cosa in modo mooolto empirico. Il progetto che vuoi seguire é sicuramente meglio, non avevo curato molto l'insonorizzazione, quanto piuttosto le riflessioni interne: volevo una specie di camera anecoica, quindi ho riempito le pareti di bass trap in poliuretano molto spesso e anche i quattro spigoli verticali (a…

  • Avatar utente

    Penso sia difficile dare indicazioni, a meno di persone che abbiano giá provato a realizzarlo. Comunque complimenti, é un progetto ambizioso (unica critica, forse un pelo anacronistico, vista la disponibilitá di impulsi di cabinet, ma capisco che usare la nostra 4x12 preferita e la voglia di sperimentare non hanno prezzo). Mi farebbe piacere leggere aggiornamenti a riguardo, appena ne hai (foto, misurazioni ecc...). Grazie

  • Avatar utente

    Giralo verso il muro.

  • Avatar utente

    Uno speaker ha una curva di impedenza che dipende dalla frequenza. Un attenuatore resistivo è un carico fisso che NON si comporta come uno speaker. Quindi aggiungere una resistenza è meno trasparente che aggiungere un altro speaker o aggiungere un carico "reattivo". Eg. THD Hotplate vs Aracom. Aggiungere una resistenza fra finale è speaker è una operazione che richiede un minimo di esperienza (il rischio di bruciare qualcosa c'è, nella migliore delle ipotesi se sbagli qualcosa salta il fusibile,…

  • Avatar utente

    Abbassa anche il Channel Volume (oltre al Master) e salva le impostazione di canale in un preset. EDIT: leggo adesso che ci hai giá provato... Perché non provi a modificare anche i preset di fabbrica che usi? Usare un attenuatore o modificare il finale mi sembra eccessivo.

  • Avatar utente

    Comunque in tempi non sospetti se ne era già parlato qui, anche se all'epoca non si chiamava Bronze.

  • Avatar utente

    Io darei un occhio al Cascade Fat Head II e al Beyer M160 (in particolare quest'ultimo se lo trovi usato, penso sia un ottimo acquisto). Btw, mai avuto nessuno dei 2.

  • Avatar utente

    Ciao, i condensatorori non mi risulta si usino spesso per il tipo di suoni che cerchi. Comunque se proprio vuoi un nome: Audio Technica AE3000 (sopporta alti SPL, ce l'ho ancora, mai usato veramente). I ribbon non si usano solo sui suoni clean: Royer 121, Shure KM313, Beyer M160 se cerchi vedrai che si usano anche sui suoni distorti. Io é da anni che uso solo l'SM57 (e ne ho ancora tanti di mic: MD421, Beyer M201, altri 2 SM57, AE3000, Ribera R47, ho avuto per diversi anni l'R121).

  • Avatar utente

    Quindi il rumore rosa passato nel KPA ha meno basse rispetto al segnale originale? Già, nemmeno a me sembra "poca roba". Forse il gap viene comunque compensato durante la profilazione. Ascoltando il test sullo Showman non mi pare di sentire differenza sulle basse.

  • Avatar utente

    Ciao, la prima domanda che mi viene in mente è: pensi davvero che sommando più microfoni (ammesso di farlo nella maniera "corretta") si ottenga un suono migliore? Se la risposta è "sì", perchè hai provato e quindi ne sei convinto allora io la approccerei cosi... Per mettere "in fase" le tracce puoi fare come spiegato qua (nel video vengono usati rig diversi, ma il concetto si applica pari pari a microfoni diversi sulla stessa cassa). Le tracce non saranno mai perfettamente in fase, cioè si cance…

  • Avatar utente

    Quota daArchverb: “ Certamente per fare un paragone tra le potenzialità di riproduzione degli ampli, tra questo ed altri sistemi, occorrerebbero più amplificatori con settaggi diversi, saturazioni diverse e forse anche tracce DI diverse. Del resto c'è sempre un inizio, per cui seguo con interesse... ;)” Ciao In base alle nostre conoscenze, per il momento non siamo in grado di fare saturazioni spinte/distorsioni. La distorsione è limitata a 10 armoniche in questo program. Forse sono sufficienti p…

  • Avatar utente

    Quota daPAPEdROGA: “Esatto, non si può. O almeno sapevo che non era possibile, ma la mia ignoranza in materia è tanta Inizio a girarvi qualche file. Qui abbiamo un' esecuzione fatta da Archverb, su Kemper, con profilo di un Fender Bassman. Magari sarà lui a darci maggiori dettagli. KPA_Archverb Qui un mio reamp delle sue DI. Fatto al volo e, come dicevamo qualche post sopra, cercando di essere il più possibile "standard". Tutti i controlli ad ore 5 (questo modello di Showman ha, nel primo canale…

  • Avatar utente

    Coda di paglia?

  • Avatar utente

    Il mio consiglio è di valutare program per program con il vst analyzer, verificando sia la risposta in frequenza che la distorsione di fase, a differenti frequenze di campionamento. Noterete che non si comportano tutti allo stesso modo.

  • Avatar utente

    Quota dasirAracs: “Nebula è un rompicapo per quanto è bello. Suona molto ma molto vicino all'analogico vero, senza il potenziale problema della conversione.” Riguardo alla conversione, Nebula si basa sul campionamento di hw, quindi si tratta di un passaggio obbligato.