Risultati ricerca

Risultati della ricerca 1-20 di 1,000. Ci sono più risultati disponibili, si prega di migliorare i parametri di ricerca.

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

  • Avatar utente

    Cassa stereo!?

    Datman - - Mixaggio e mastering

    Messaggio

    Ormai si ascolta in mono solo dall'altoparlante del telefonino o da una piccola cassa bluetooth mono, casi in cui una perdita di qualità è tollerabile.

  • Avatar utente

    Quota: “mi permette eventualmente di fare meno lavoro dopo editando le tracce per eliminare i vuoti contenenti rumore di fondo...” Questo problema devi risolverlo prima: parti da un suono pulito, non partire da un suono sporco facendo affidamento sul lavoro successivo!

  • Avatar utente

    Forse proprio questa è la differenza: è stata presa solo una piccola parte del motivo portante della colonna sonora. Potrebbe aver chiesto l'autorizzazione a chi ne detiene i diritti, che potrebbe anche trarre vantaggio dal fatto che chi ascolta quel brano si ricorda qualcosa, va a cercare e trova la colonna sonora che lo soddisfa ancora di più!

  • Avatar utente

    Non c'è una norma precisa, come un tempo massimo o un certo numero di battute o di note che possono essere prese da un brano e riutilizzate liberamente? Ad esempio non si può accusare di plagio chi utilizza la stessa sequenza II-V-I o gli stessi tre accordi o la stessa sequenza di quattro o cinque note di un altro brano... Qual è il limite?...

  • Avatar utente

    Lo stesso Ciro Caravano dice: Quota: “(...) solo la parte strumentale della canzone. Tecnicamente non è un plagio perché, per il diritto in materia di musica (solo da queste parti), l'orchestrazione e l'arrangiamento non danno diritti, né doveri: non esistono!” Una certa tolleranza deve essere prevista, altrimenti diventerebbe impossibile comporre "nuova" musica.,.

  • Avatar utente

    Piuttosto che spendere quella cifra che ho letto nel sito a cui ti riferisci, vai in tipo0grafia con il disegno che più ti piace e te ne fai stampare quanti vuoi spendendo meno!

  • Avatar utente

    Sì, certo, gli auricolari sono anche meglio e ancora più pratici se non si è legati da un filo. Gli in-ear garantiscono un ottimo isolamento, ma alcune persone non li sopportano. L'IEM500 l'ho visto usato a 130€, ma è a frequenza fissa: in caso di interferenze, non c'è nulla da fare! L'LD Systems MEI100 G2, invece, a 195€, ha molti canali ed è stereo (possono anche essere due canali o due ausiliarie del mixer)

  • Avatar utente

    Hai detto che desideri che i due mixer siano indipendenti, quindi puoi solo parallelare gli ingressi dei mixer con dei semplici splitter passivi o, addirittura, con dei "baffi" XLR con una femmina e due maschi. La phantom va attivata su uno dei due mixer solo se ti serve per qualcosa.

  • Avatar utente

    Se il tuo problema è ascoltare bene in cuffia nonostante il rumore esterno, non devi risolverlo mettendo un amplificatore, ma cambiando cuffia! Che cuffia usi? Deve avere un buon isolamento, perciò deve essere di tipo "chiuso", e deve avere un'impedenza abbastanza bassa da poter produrre un buon livello sonoro nonostante la relativamente bassa tensione di alimentazione del mixer, quindi 32~50 ohm. Un'ottima cuffia chiusa a meno di 100€ è la Audio Technica ATH-M40x.

  • Avatar utente

    Splitter ottico

    Datman - - Schede sonore

    Messaggio

    Prego

  • Avatar utente

    >> Internet is the way In America...

  • Avatar utente

    Splitter ottico

    Datman - - Schede sonore

    Messaggio

    No. (Bla bla, perché solo "No." è troppo corto e non viene accettato!)

  • Avatar utente

    Il futuro è la rete...

  • Avatar utente

    Splitter ottico

    Datman - - Schede sonore

    Messaggio

    Perché non ti aspetti che funzionino simultaneamente?... È uno splitter ottico passivo, che manda metà luce (come potenza ottica) a un'uscita e metà all'altra (in realtà saranno un po' meno di metà, essendoci delle perdite: forse saranno due uscite a -5dB, anziché i -3 teorici). Considera che un cavo ottico lungo introduce delle perdite, quindi dei cavi corti con lo splitter in mezzo funzioneranno benissimo.

  • Avatar utente

    Detto semplicemente, ciò che sta sull'uscita MIDI è la lettura dello spartito nota per nota, cioè le note (e le pause) con la loro durata, quali strumenti devono suonarle e un po' di altra roba. Serve, quindi, un apparecchio che generi i suoni con gli strumenti musicali scritti.

  • Avatar utente

    I diffusori acustici dovrebbero essere saldamente fissati su un blocco di granito: pensa che le membrane degli altoparlanti si muovono avanti e indietro, quindi succede in piccolo la stessa cosa che accade quando un fucile o un cannone spara: il corpo del diffusore dovrebbe rimanere perfettamente immobile. Se la base vibra, però, allora è meglio metterci qualcosa in mezzo...

  • Avatar utente

    Una tastiera MIDI puoi collegarla agli ingressi XLR dalle sue uscite audio che, probabilmente, sono due jack.

  • Avatar utente

    16 o 24 bit?

    Datman - - Tecniche di registrazione

    Messaggio

    Con tanta gente che ascolta "in macchina" e apprezza certe compressioni di dinamica perché suona forte, con tanto di pompaggio anche intenzionale, mi chiedo perché ci si dia tanto da fare...

  • Avatar utente

    E' collegata alla stessa antenna, ma non alla stessa presa!

  • Avatar utente

    Mi sembra di aver acquistato l'alcantara da Aldo Mezzanotte a v. Angelo Emo, a Roma. Era circa 1mq (per 3 pannelli 60x60cm) e non l'ho pagato una cifra sconvolgente... Il negoziante lo ha chiamato Alcantara. Non so se è Alcantara originale, ma è molto bello e della consistenza giusta.