Restauro audio di vecchie registrazioni su Dat

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Restauro audio di vecchie registrazioni su Dat

      Ciao a tutti, "compari" di HSI.
      Degli amici mi hanno portato una cassettina Dat (risalente a fine anni '90/inizio 2000), sulla quale è stato registrato il contenuto di vecchie bobine risalenti a metà anni '80.
      Il Dat contiene tutti i brani sviscerati dalle registrazioni sulle bobine originali (l'anno di uscita del vinile della band è il 1985 circa).
      Adesso, questi amici vorrebbero fare una riedizione su Cd di quel vinile e, avendo il Dat sul quale sono state riversate le originali bobine, volevo provvedere al restauro del contenuto del Dat.
      Ho quindi passato tutto il contenuto del Dat, tramite il mio Dat Recorder Fostex D-5, in due diverse maniere:
      - in "analogico", cioè uscendo (stereo) dalle uscite analogiche del Dat e entrando in due INputs (stereo) "line in" della Motu 828 mk3 Hybrid (e quindi facendo una conversione D/A dal Fostex, e poi una conversione A/D entrando nella Motu);
      - rimandendo nel dominio "digitale", cioè uscendo dall'Aes/Ebu del Fostex D-5 ed entrando nell'Aes/Ebu della Motu Traveler Mk3 (utilizzando un cavo cannon Aes/Ebu della Apogee Wyde Eye a 110 ohm), senza quindi effettuare conversioni AD/DA in nessun passaggio.
      Ci tengo a precisare che a mio orecchio e gusto la versione "analogica" del passaggio mi piace come colorazione decisamente di più rispetto alla più "fredda" versione tramite Aes/Ebu. E' possibile che i convertitori DA del Fostex abbiano potuto influenzare così tanto il segnale di uscita, tanto da renderlo udibilmente più "caldo" rispetto alla versione importata rimanendo totalmente nel dominio digitale?
      Ad ogni modo, che sia realtà od infatuazione, vengo al punto:
      Innanzitutto la cosa che mi è subito balzata all'orecchio (e anche all'occhio, analizzando l'onda con Adobe Audition e con Izotope Rx 3) è che il canale L ha un volume più alto rispetto al canale R.
      Analizzando la traccia in "mono", e inoltre analizzando "a orecchio" (oltre che visivamente) le parti dove c'è un solo strumento o più strumenti "non pannati", mi rendo conto che non c'è alcun sbilanciamento e che quindi lo sbilanciamento fra i canali può essere dovuto al panning originale dell'epoca, che ha privilegiato un lato del panorama stereofonico rispetto ad un altro. E' possibile che nel 1985 un importante studio di una grossa cittadina del Nord Italia abbia deciso, di concerto al gusto dei musicisti, di pannare gli strumenti principalmente da un lato, rispetto ad un altro, tanto da rendere l' onda visivamente e (udibilmente) più grossa su L rispetto a R? Oltretutto, c'è da dire che la sensazione di avere uno squilibrio nel panorama stero non si avverte assolutamente, e che ad orecchio non è palesemente udibile. Prima di "vederlo" sullo schermo, nessuno di noi si era mai accorto che L suonasse più forte di R nella maggior parte dei brani.
      Questa è dunque la prima domanda:
      1) posto che il disco sia stato concepito così, ed il vinile ha questo stesso panning "sbilanciato da un lato rispetto ad un altro), in una riedizione su cd dovremmo compensare questo squilibrio fra L e R, o mantenere l'originale panorama sterofonico?

      Poi:
      2) la traccia ha un altissimo rumore di fondo, che anche durante la musica è presente. E' mia intenzione mantenere un pò di questo rumore di fondo, riducendolo senza però snaturare l'esecuzione musicale ed eliminare il minor numero possibile di armoniche. Come dovrei agire per fare ciò? Quali strumenti su Izotope RX3 e/o Adobe Audition (o altri software da voi conosciuti e consigliati) possono aiutarmi a pulire la traccia dal rumore di fondo, mantenendolo in maniera minima e soprattutto mantenendo il colore vivo dell'esecuzione?

      Inoltre:
      3) Nel complesso le varie tracce presentano diversi click e altri rumori/disturbi che, dopo averli analizzati con lo spettro di Rx, attribuisco a problemi della cassettina Dat che magari col tempo si è rovinata o smagnetizzata, oppure a difetti nelle bobine che poi sono stati trasmessi alla cassetta Dat durante il passaggio dall'uno all'altro supporto.
      Dico questo perchè sono certo che il mio Fostex D-5 non abbia problemi, in quanto lo utilizzo regolarmente in studio per registrazione su cassette Dat (Basf o Sony) nuove, poi riproduco queste e altre cassette Dat sul Fostex D-5, senza problemi di alcun tipo; le volte che ho avuto questo problema è accaduto solo su cassette difettate o vetuste.
      Esiste un modo per ripristinare il contenuto dei Dat vecchi e/o smagnetizzati? Quali strumenti software possono aiutarmi a pulire in modo soddisfacente e veloce le tracce da questi disturbi (click, pop, crackle..)?

      Peraltro:
      4) Sulle tracce, in alcuni punti delle registrazioni sono presenti evidenti distorsioni, voci che iniziano a distorcere, chitarre che sulle corde basse e strumenti in generale che sulle note gravi vanno in distorsione e creano un bruttissimo, inascoltabile effetto. A mia memoria, sul vinile non sono presenti questo tipo di problematiche. E' possibile che questi "difetti" siano dovuti a una cassetta Dat rovinata o mal funzionante in alcuni punti? O possono essere state introdotte nel passaggio dalle bobine originali al Dat? Quali strumenti software permettono la sistemazione soddisfacente di questi difetti?

      Infine:
      5) A fronte di tutto quanto sopra, mi conviene affrontare un percorso di ripristino e restauro delle tracce acquisite dalla cassetta Dat, oppure la scelta migliore è acquisire le tracce dal vinile originale, con un piatto buono ed una testina ottima, e poi effettuare il restauro e la ristampa delle tracce acquisite dal vinile, debitamente trattate e "rimasterizzate" mantenendo il gusto del vinile?


      Attendo vostre delucidazioni in merito e se possibile ragguagliatemi su quali processi vanno eseguiti sulle le tracce nei processi di restauro e di successivo mastering, posto che è mia ferma intenzione mantenere più fedele possibile al sound del vinile originale il sound della ristampa.
      Mac Pro 5.1Quad Core 2.80 Ghz, OsX 10.9.5, Logic Pro 9.1.8, Logic X, Soundcraft 600/500M Custom, Apogee Big Ben, Motu Pcie424, Motu HD192 (x2), Motu MTP Av Usb, Tascam DV-RA1000, Fostex D-5, Yamaha Hs80m, UA 710, Focusrite ISA One, Neumann TLM 103...
      Per la questione del LR sbilanciato potrebbe essere causata da qualche strumento che ha molte frequenze basse poco udibili pannate sul lato che ha più volume. Un tempo i mix si facevano solo con le orecchie e di queste cose manco ce ne accorgevamo.
      Per la questione del nastro deteriorato non ne sono convintissimo ma mi sembra alquanto strano, visto che il dat legge un codice, mica un flusso audio. Se fosse deteriorato sarebbe illeggibile.
      La mia didattica
      Le mie foto...


      Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...
      LR: possibile presenza di un significativo DC offset?
      nastro deteriorato: molto improbabile, se non impossibile: trattasi di dati digitali, di conseguenza, o c'è il suono o non c'è, disturbi tipo scariche (jitter) o piccoli vuoti sono dovuti a dissincronizzazione durante il trasferimento digitale o a perdita di clock durante l'acquisizione.
      Denoiser, declicker o decrackl...usati con molta molta attenzione...io conosco solo gli waves e sono buoni, ma non ottimi!
      Per LR sbilanciato, mi viene in mente di provare con il M-S. Prova a vedere se comprimendo leggermente il segnale Side, riesci a pareggiare la cosa....però occhio all'ascolto generale in L-R. Se perdi anche solo leggermente il focus degli strumenti centrali (voce basso snare e bd) lascia perdere, tanto se all'ascolto questa cosa non si nota, va bene così.
      Per la distorsione di certe parti vocali e strumenti, è molto strano..!
      In pratica, se non ho capito male, la bobina da cui hanno riversato su DAT era il master per la stampa dei vinili.
      E sui vinili questo problema non c'è..??
      Purtroppo su questo non so darti un consiglio, però la vedo di dura risoluzione..!!
      Pro Tools, Studio One Pro, Antelope Orion 32, Urei LA4, Focusrite ISA430 MK2, DBX 160SL, Tascam MX2424, Tascam da78-hr, Drawmer 1968 Mercenary Edition, Drawmer 441, Sommatore MCI R500, TC Electronics Finalizer Plus, Yamaha NS10, Yamaha HS50, Focal CMS 65, Aphex 204 Aural Exciter & Big Bottom, Schoeps CMC6MK2-MK4, Neumann Km184, Aphex 460, Oktava Mk012, Akg 414Tl2, Audix Drum set.