Pulizia e restauro registrazioni.

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Pulizia e restauro registrazioni.

      Buongiorno a tutti.

      Mi hanno appena inviato una traccia registrata di uno spettacolo teatrale dove c'è parecchio fruscio di fondo.
      Purtroppo dato il tipo di materiale è impossibile chiedere di riregistrare anche perchè è l'audio che va montato con un video.

      Io generalmente uso x-noise di waves.

      Qualcuno ha altri plugin o tecniche particolari per eliminare i fruscii senza devastare troppo le voci da consigliarmi?

      Grazie
      Anche io in passato avevo usato X-noise e mi ero trovato benone.
      L'importante è calibrarlo su qualche secondo di traccia in cui hai solo il fruscio senza niente altro.
      Se trovi quel punto e lo metti in "listening" lì spegnendo prima che partano altri suoni, dovresti avere una calibrazione che va a rimuovere solo il fruscio da tutto il lavoro.
      Poi si gioca un po' col suo treshold per dirgli quanto intervenire, ma è abbastanza facile stabilire una soglia, in base a quanto "mangia" di altro. Ma la calibrazione è tutto.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Waves o il plugin Denoise di iZotope RX.

      Sul discorso del campionamento del rumore di fondo ti consiglio di tenerti basso con il threshold - cerca un compromesso dove sentirai comunque del rumore di fondo ma meno di quanto ce ne fosse in origine - perchè una riduzione drastica comporta molti artefatti sulle armoniche.
      Sul plugin di iZotope ci sono delle opzioni per ovviare a questo: "Musical noise suppr." e "Residual whitening".

      Inoltre ti consiglio di giocare con la curva (EQ) di riduzione del rumore, ovvero una folta fatto il campione del rumore di fondo, andare a ridurlo maggiormente in un certo spettro (che ne so in alto) e togliere meno in altri (medie e basse freq.)




      Se poi tu avessi dei problemi di colpi di tosse da rimuovere sopra la musica il plugin Spectral Repair fa miracoli ma lo devi usare all'interno dell'interfaccia di RX e non nella DAW. Ricostruisce la parte da coprire (colpo di tosse) ricostruendo suono e armoniche guardando prima e dopo e sopra e sotto (in frequenza) nel materiale audio circostante.
      Anche io uso prevalentemente pro Tools ma quando serve anche Reaper che sopratutto con i virtual instruments è leggero e funziona anche con i vecchi plug a 32 bit, io ne avevo fatti diversi con sinth edit e non potevo più usarli, con reaper li ho ritrovati.
      tento puoi provarlo per tutto il tempo che vuoi e l’acquisto è economicissimo.
      sei da interfaccia standalone? devi selezionare tutto l'audio che vuoi trattare. apri il denoiser, cerchi un campione di rumore di fondo, fai tracking (credo), una volta modellato cominci a muovere il threshold.
      io però ho la vecchia versione non il 7... forse hai una finestra manual?
      mark nelle ultime versioni dell'rx hai il learning del rumore di fondo nel plugin vst, può farlo direttamente da lì. Io consiglio al TS la modalità nuova, spettrale, rispetto a quella classica (hai due option buttons), appunto con il "learn" fatto su una parte, anche breve, che contiene solo ed esclusivamente il rumore. Dopo di che con il threshold decidi il miglior compromesso tra perdita degli armonici e rimozione del rumore.
      Ne ho provati diversi, incluso il rea fir (comunque buono) e concordo anche io che non c'è niente di meglio di izotope. Tra l'altro hanno migliorato sensibilmente l'algoritmo da una versione all'altra. Io mi sono fermato al 6, ma il 7 dovrebbe essere anche un pelino meglio. Un altro discreto è brusfri, ma comunque pur avendolo finisco sempre per preferire Izotope RX.

      Post was edited 1 time, last by “gobbetto” ().

      già bellissimo.

      io trovo semplicemente spettacolare lo "spectal repair"... il poter rimuovere un colpo di tosse, o cose più utili come lo sporco di colpo di archetto su una nota, sopra un accordo o una chiusura.... con l'algoritmo che ricostruisce il "buco" leggendo armoniche in frequenza, e a sinistra e a destra leggendo il giusto diminuendo.... non so se mi spiego.
      eccomi!! innanzitutto grazie mille a tutti! alla fine sabato mattina ho deciso di riprovare con PT perche dovevo consegnare entro mezzogiorno e mettermi su un sistema che non conosco non mi è sembrata una buona idea! quindi dopo una levataccia son riuscito a sistemarlo in modo che mi soddisfi. e a quanto pare soddisfa anche il regista quindi siamo ok!

      Però Izotope RX mi ha davvero folgorato! è una figata! vorrei entrare più nel profondo ora che ho consegnato, continuerò a lavorare su quella traccia così da poter avere sempre un confronto diretto!

      Ho notato solo 2 difetti per ora.

      Il primo è sulla pesantezza, ho fatto parecchia fatica a lavorare, ogni singolo movimento comportava 5/6 minuti di attesa. è anche vero che la traccia durava 2 ore. confermate?

      Il secondo è sull'immediatezza, non l'ho trovato molto intuitivo bisogna lavorarci un po e studiarlo a fondo, spesso per esempio facevo dei ritocchi o spippolamenti vari non sentivo nessun effetto sul lavoro. ogni volta dovevo schiacciare qualcosa per cercare di sentire cosa stavo facendo(bypass o qualcosa di simile). e per esempio anche semplicemente con l'eq (tornando al punto 1) muovevo un qualsivoglia pallino la risposta la ottenevo qualche secondo dopo.

      però probabilmente è solo questione di abitudine!
      Ciao
      è vero che non è immediato ma ciò dipende dal fatto che RX fa cose che altri programmi non fanno per cui bisogna entrare un po' nell'ottica ma vedrai che dopo pochi utilizzi vai come una scheggia.
      Io uso uno shuttle pro opportunamente configurato e risparmio un sacco di tempo.

      Per i tempi di elaborazione ti confermo che dipende effettivamente dalla lunghezza della traccia quando applichi lo stesso processo a tutto il file.
      Il consiglio è quello di elaborare solo una porzione e quando hai trovato la giusta combinazione agisci su tutto. Puoi anche utilizzare la funzione che ora non mi ricordo come si chiami e che ti permette di creare delle catene di effetti differenti da elaborare in un solo colpo.

      Buon lavoro!