Creare una batteria con Cubase sx

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Creare una batteria con Cubase sx

      ciao a tutti!
      Mi chiamo Leo e sono nuovo del forum (2ndo 3d questo..).Sono un chitarrista e sono assolutamente un NOVIZIO rigurado l'hd recording.
      Ho comprato il pc, cubase, gli strumenti ce li ho ed ora vorrei registrare la mia musica!
      Come sempre il grosso problema è la batteria:ovviamente sarà campionata...e non ho idea di come si faccia!Il mio maestro usa Acid Pro e la "scrive" piuttosto facilmente coi loops, però alla fine una volta usato quel programma per la batteria lo usa per tutto il resto ma io vorrei utilizzare Cubase per tutto quanto!
      Mi chiedo quindi,
      COME CREARE UNA BATTERIA CON CUBASE?SI PUO' FARE?O DEVO USARE ALTRI PROGRAMMI E POI IMPORTARE?
      Premetto che ho acceso Cubase 3 volte (il tempo è quello che è...) e quindi state parlando con un vero IDIOTA nel ramo!Ho dato uno sguardo al manuale per vedere se quest strafamosi VST mi venivano incontro ma poi non ho approfondito..
      Vorrei un lavoro discreto, niente di stratosferico ma credibile...chi mi aiuta?Ho bisogno di un tutor passo-passo tipo Cepu!!
      Grazie a tutti!!!
      Ciaooo

      p.s. complimenti a tutti, questo forum è eccezionale!Ho letto ancora poco però...

      :group: :group: :group:
      8) 8) 8) 8) 8)
      MacBook Pro 17", ProFire610, Gibsol Les Paul, Crafter SR, Axiom 25...
      Domandona da 1000 miliardi di rubli....

      Ci sono librerie intere di suoni di batteria per tutti i gusti, il renderle credibili, come spesso accade, spetta a chi programma la batteria su sequencer...

      Ci sono molti modi di farlo : tramite campionatore ( diciamo un Kontakt della Native Instruments) e sequencer midi di cubase, oppure tramite plugin espressamente votati a creare pattern e song di batteria ( ce ne sono un bel po'...)...

      Usare loop puo' essere un valido supporto per creare una sezioni ritmica piu "Piena" ma a mio avviso, scartando l'ipotesi di un batterista in carne ed ossa ed una batteria vera, e' spendere un po di tempo ad imparare a creare una batteria partendo dai suoni singoli ed imparare a programmare bene...
      .:homestudio: 3 Pc , MotifES8, Tascam Dm-24, Alesis ION, CS80v... insomma tanti strumenti e tanta voglia di fare musica!.
      ok, ma come?

      no ho capito molto di quello che hai scritto :acc: , sono novizio, non so come funzioni un campionatore (e neanche cosa sia!).Io sono rimasto a chitarra/ampli/qualche multieffetto e poco più?So microfonare un ampli e allistire un semplice PA ma di ste cose sono ancora a zero!!!

      HELP!!!! :Aa :Aa :Aa :Aa

      grazie cmq! :k
      MacBook Pro 17", ProFire610, Gibsol Les Paul, Crafter SR, Axiom 25...
      riprendendo il gia' detto... fondamentalmente i sistemi sono due:

      1)caricare su cubase dei plugins (dei piccoli programmi aggiuntivi) che facciano in modo da avere, su una tastiera musicale collegata al computer, un "pezzo" della batteria su ogni tasto... la cassa sul do, il rullante sul re, il piatto sul do# dell'ottava succesiva

      a quell punto uno suona e registra

      2)caricare spezzoni audio di batteria elettronica o acustica gia' fatti

      questi due sistemi possono anche essere usati contemporaneamente, in vari modi, e interagire

      questo per partire......



      hai una tastiera musicale midi o usb collegata al tuo sistema?
      Ciao Leo!

      Campioni acustici e "midi" non sono due concetti contrastanti, anzi. Puoi suonare campioni acustici (cioè registrati dal vivo, e non sintetizzati, se è questo che intendevi...) TRAMITE midi, e questo è esattamente quello che fai con un campionatore in cubase.
      In particolare io uso HALion (è un campionatore, cioè un affare in cui carichi tutti i campioni, e che poi "suoni" come fosse uno strumento tramite midi: in due parole, è un VST instrument) ma per una traccia di batteria puoi usare qualcosa di molto più semplice, come ad esempio LM4, di Steinberg (che è fatto apposta per i campioni percussivi).
      Per cominciare potresti scaricare una versione demo di qualche campionatore (io non ne conosco molti, prova a fare una ricerca, forse se ne trovano anche free...) e iniziare a "smanettare" per imparare i concetti fondamentali. I passi principali sono: carichi il campionatore tra i VSTi, carichi in quest'ultimo i tuoi campioni preferiti, crei una traccia midi, la indirizzi al campionatore (è una impostazione che trovi da qualche parte a sinistra della traccia, ora non ho sotto mano cubase, e la mia memoria non mi è di aiuto :rolleyes: ), e per finire ci registri o scrivi dentro tutti gli eventi midi che vuoi.
      Secondo me il sequencing della parte di batteria lo puoi fare anche "a mano", cioè mettendo nota per nota col mouse ogni "colpo" della traccia che vuoi eseguire direttamente nell' editor midi di cubase: il drum editor (si chiama così???) di cubase è molto semplice e intuitivo. Anzi ti dirò... Io faccio sempre così, perché trovo che si abbia un controllo più fine sulle cose che si stanno scrivendo. Poi produrre una traccia "credibile" è tutta questione di come sono i campioni che usi, e di esperienza (soprattutto di esperienza, forse... :walli: )
      Qualche consiglio generale che posso darti per produrre una traccia di batteria realistica (IMHO):
      1) Metti solo cose che un batterista in carne ed ossa POSSA fisicamente suonare, per intenderci se con la destra sta suonando il ride e con la sinistra è impegnato in un colpo sul rullante, è difficile che intanto riesca anche a fare una rullata su un tom... :D
      2) Scegli una libreria di campioni e provane a fondo tutte le articolazioni, fino a che non la conosci quasi a memoria.
      3) Sfrutta tutte le possibilità che la libreria ti offre. Alcune librerie (ad esempio i Drumkits From Hell) hanno rullante e tom suonati sia con la mano sinistra che con la destra... Se tieni sempre in mente i movimenti di un batterista vero puoi utilizzare a pieno queste articolazioni.
      4) Una buona batteria campionata avrà diversi campioni (a seconda delle velocity) per ogni colpo, in modo da simulare le diverse reazioni degli elementi a colpi di intensità diversa. Dunque una volta che hai inserito le "note" e hai creato l'ossatura del beat, vai a calibrare le velocity di ogni colpo, in modo da dare un senso di "umanità" a quello che viene suonato, altrimenti c'è il pericolo di cadere nel tipico suono da automa che fa molto anni '80, ma che magari non è quello che cerchi. :D

      Scusa per la lungaggine... :smoky:
      Ciao!
      Void Studios
      Powered By LackOfMoney(tm)
      Dico la mia visto che, ai tempi, ci ho "smadonnato" anch'io:

      ci sono 3 modi per avere una batteria su Cubase (o altri software) ...

      1) scrivere nota per nota a mano e suonarla con expander / campioni

      2) utilizzare loop campionati

      3) utilizzare Virtual Instruments come Groove Agent o Stylus


      Pregi / difetti delle varie tecniche :

      Metodo 1

      Pregi: scrivi la parte di batteria come la vuoi tu con una precisione che può essere estrema, dipenda dalla cura che hai nello scrivere la parte (con tutti i problemi inerenti velocity, ecc.).
      Difetti: è un lavoro davvero ... ma davvero lungo ... può portare quasi alla nevrosi ! :D

      Metodo 2

      Pregi: una volta che hai i tuoi loop li posizioni in maniera molto semplice all'interno del progetto. Per la strofa usi, ad esempio, "riff1.wav" e "riff2.wav" che durano 4 battute: non fai nient'altro che copiare / incollare a piacimento ed in quattro e quattr'otto ai la canzone suonata da un batterista.
      Difetti: se non hai moltissimi sample rischi di ripeterti e di non avere tutti i loop che ti servono per ogni parte di canzone. Se hai un loop con un fill, un loop con una rullata ed un fill con una "spiattata" vai poco lontano ... bisogna cercare delle librerie abbastanza complete

      Metodo 3

      Pregi: Groove Agent è un simpatico VSTi che contiene diversi fill già pronti all'uso e per diversi generi. Metti che vuoi registrare una parte di batteria per un pezzo rock. Selezioni il tuo "pattern" con i suoni rock e premi play. Groove Agent suonerà il primo fill a tempo con il clock del tuo pezzo (se il pezzo contiene dei cambi di tempo, ovviamente, viengono seguiti). Puoi premere sul pulsante "fill" per avere i classici stacchi tra strofa e ritornello e scegliere in tempo reale quali utilizzare. In registrazione puoi usarlo in due modi: "suonarlo" in tempo reale o programmarlo (con questa seconda funzione tutto è più preciso, ovviamente). Stylus è, anche lui, dotato di fill già pronti ... ad ogni nota della tastiera corrisponde un loop ... tieni schiacciato il tasto corrispondente al loop che ti piace (esempio DO3) e lui esegue quel loop, premi il RE3 per avere un altro loop, ecc.

      Difetti: un pò come per i loop anche questo metodo è "limitato" rispetto alla scrittura nota per nota, ma è molto più immediato


      Spero di essere stato utile ! 8)
      HW 1: Mac Pro 5,1 · Intel Xeon 3.33 Ghz · 32 Gb RAM · Motu 1248 AVB · UAD-2 Octo · Neumann KH120A
      HW 2:
      MacBook Pro Retina 13" (Late 2013) · Intel i5 2.6 Ghz · 8 Gb RAM · SSD 256 Gb
      SW: Logic Pro X · Guitar Rig · Bias · ReValver 4 · Studio Drummer · Addictive Drums

      Post was edited 2 times, last by “Lucky Angus” ().

      Una cosa che ti può essere utile.Io non avevo voglia di spendere i soldi per la tastiera e così ne uso una virtuale che poi suono con la tastiera del computer.Certo non è comodissimo ma può passare.
      Trovi tutte le informazioni qui : bome.com/midi/keyboard/
      E' ricercando l'impossibile che l'uomo ha sempre realizzato il possibile. Coloro che si sono saggiamente limitati a ciò che appariva loro come possibile, non hanno mai avanzato di un solo passo.M. Bakunin
      leoguitar... io ti consiglierei di scaricarti qualche loop di batteria dalla rete, quelli free, ce ne sono tantissimi, o anche qualche demo utilizzabile... ed intanto cominci a smanettare e a capirci qualcosa...

      poi poco alla volta comincia a usare il keyeditor di cubase, e comincia a progammare la batteria, lo so che può essere snervante, sopratutto se hai smania di far suonare altre cose, però fai anche la batteria migliore...

      un campionatore è un attrezzo che registra un suono qualsiasi, lo memorizza, e poi lo può elaborare come una sorta di wave editor, e lo può far suonare all'infinito secondo i parametri che gli imposti tu...
      per esempio se tu registri la tua voce, puoi inserire quella registrazione sul campionatore, e poi editarla all'interno di esso, o anche non editare nulla, e poi farla suonare come se fosse un suono di una tastiera qualsiasi... solo che invece di sentire che ne so una bella stringa di violino sintetico, senti la tua voce...

      sono molto utili i campionatori, sia hardware che software...
      ragazzi, GRAZIE MILLE a tutti!!!Sto cominciando a capire moooolte cose!!!Continuate pure a darmi suggerimenti se volete, io inizio a mettere in pratica i vostri consigli, se mi areno su qualche punto vi segnalo dove sono intoppato!


      :hey: :hey: :hey: :hey: :hey:
      :applauso: :applauso: :applauso: :applauso:
      MacBook Pro 17", ProFire610, Gibsol Les Paul, Crafter SR, Axiom 25...
      Postato da Lucky Angus
      2) utilizzare loop campionati

      Metodo 2

      Pregi: una volta che hai i tuoi loop li posizioni in maniera molto semplice all'interno del progetto. Per la strofa usi, ad esempio, "riff1.wav" e "riff2.wav" che durano 4 battute: non fai nient'altro che copiare / incollare a piacimento ed in quattro e quattr'otto ai la canzone suonata da un batterista.
      Difetti: se non hai moltissimi sample rischi di ripeterti e di non avere tutti i loop che ti servono per ogni parte di canzone. Se hai un loop con un fill, un loop con una rullata ed un fill con una "spiattata" vai poco lontano ... bisogna cercare delle librerie abbastanza complete


      ricorderei che ci sono vari sistemi per unire i mondi del groove campionato e dell'elaborazione da parte nostra

      ovvero il groove puo' essere spezzettato dentro a cubase col sistema dell'hit point e, a questo punto, le parti possono essere piu' o meo modificate, fino astravolgerle completamente

      lo stesso spezzettamento puo' essere fatto con recycle

      spezzettamento e integrazione col midi puo' essere fatto con phatmatic
      ...
      per continuare a dare pareri.. per me, l'unico sistema per fare batterie "realistiche" e' quelli di usare dei grooves

      programmando il midi o suonandolo sulla tastiera musicale, si possono fare batterie meravigliose, ma niente a che vedere con la batteria vera (se questo e' lo scopo)
      il groove puo' essere spezzettato dentro a cubase col sistema dell'hit point e, a questo punto, le parti possono essere piu' o meo modificate, fino astravolgerle completamente

      lo stesso spezzettamento puo' essere fatto con recycle

      spezzettamento e integrazione col midi puo' essere fatto con phatmatic

      [/quote
      che sono?
      se sono solo delle funzioni le treovo, se sono cose più complesse, , necessito di una mano
      ciao,
      bluesdriver
      ho letto un pò il manuale di cubase, ho letto i vostri consigli, ma non sono riuscito a fare un bel niente... io proprio non so dove mettere le mani, il prgr non mi sembra intuitivo...o sono rinco io?chiedo aiuto perchè è in "prova", se riesco a capire come registrare ste batterie potrei pensare all'acquisto, altrimenti lo riporto indientro.. (è usato)
      RIBADISCO, io sono davvero a 0 con l'hard disk recording, ma fremo dalla voglia di registrare le mie canzoni!!!Datemi una mano!!!!

      :acc: :acc: :acc: :acc:



      ps. se avete da consigliarmi altri programmi più intuitivi per ciò che mi serve (ovvero batterie "finte" e tutto il resto vero) fatelo vi prego!magari decido di provare qualcps'altro, anche se ho risparmiato mesi per avere questo programma che, a detta di tanti, sembra essere il migliore...boh.....
      MacBook Pro 17", ProFire610, Gibsol Les Paul, Crafter SR, Axiom 25...
      dài non ti disperare è più facile di quanto sembra!
      ti racconto come faccio io: premetto che sono un fanatico del metodo n1 ovvero costruire nota per nota il ritmo, e che non è poi così snervante, lo è un po, ma solo all'inizio, poi si comincia a lavorare di copiaincolla e piccoli ritocchi anche con questo metodo...

      cmq apri una traccia midi e nelle imp della traccia a sx dove chiede out meti gm device e dove chiede map metti gm map. così usi i suoni general mid che sono quelli che dovresti avere di base nel pci: il ritmo intanto lo puoi fare con questi, ci penserai dopo a trovare dei suoni più belli.

      ora crei una parte nella traccia con l'oggetto matita, ci clicchi due volte così ti si apre la finestra editor: a sx c'hai le note a cui sono associati i suoni e li senti cliccandoci sopra.

      imposti il tempo a 1/4 o 1/8 o come ti pare e metti il charleston (per mettere le note usi l'oggetto a forma di bacchetta, ti vengono dei rombi rossi per ogni nota, in basso ti viene una barra verticale che rappresenta la velocity cioè l'intensità del colpo, diciamo, se vuoi fare per esempio dei colpi di ch molto vicini ti conviene abbassarla per ogni secondo colpo),poi metti la cassa e il rullante, vedi se il tempo è quello che volevi (lo modifichi nella finestra del tempo (ctr+t)) e poi sei pronto per scrivere il ritmo.

      l'importante è che ti immedesimi in un batterista e scrivi cose 'ragionevoli'. magari fai prima un ritmo 'base' quando poi hai scritto metti quattro battute le ripeti un sacco i volte(nella project win cliccando col dx) e poi ci piazzi dei cambiamenti ogni tot oppure quando entra il ritornello. poi vedi tu, insomma, a seconda di quello che ti serve! e vedrai che con un po di pratica sarà molto più semplice.

      quando poi vorrai cambiare i suoni a quello che hai scritto puoi usare in alternativa a quelli che ti hanno già consigliato, quasto plugin:
      loopazoid

      spero di esserti stato utile, e fai sapere come va
      8)
      il mio gruppo si chiama we are contraband: facebook - youtube. hard bass guerriglia!