frequenza di campionamento

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      frequenza di campionamento

      Ciao a tutti, dentro le varie DAW ha senso impostare la frequenza di campionamento anche prima di esportare o registrare strumenti esterni?

      Nel caso servono o no 192 khz secondo voi?


      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “alefunk” ().

      loyuit ha scritto:

      Si devi impostarla prima
      Io lavoro a 44 nonostante la mia scheda arrivi a 768
      Non sento la necessità di lavorare a frequenze diverse da 44
      Quindi non senti la differenza tra un audio registrato 44 e uno registrato con frequenze più alte e convertito a 44?

      Però perché devo impostarla prima? Nel senso a parte quando registro audio... se registrò midi è uguale?

      Inviato dal mio SM-J710F utilizzando Tapatalk


      Se registri una voce a 96khz ad esempio lavorerà meglio il melodyne ma a orecchio non saprei cosa si può realmente sentire. Probabilmente il fatto do sentire un suono migliore o peggiore a seconda della frequenza dipende da un insieme di faytori quali la bontà dei convertitori, dei i loro filtri, la loro sincronizzazione...
      Cmq non cambiare mai frequenza di campionamento in un progetto perhè come già ti è stato detto avrai modifica del pitch e velocità delle tracce (effetto nastro velocizzato o rallentato)
      Il midi si adatta no problem ma la cpu ti saluta XD

      SimoBarzo ha scritto:

      Se registri una voce a 96khz ad esempio lavorerà meglio il melodyne ma a orecchio non saprei cosa si può realmente sentire. Probabilmente il fatto do sentire un suono migliore o peggiore a seconda della frequenza dipende da un insieme di faytori quali la bontà dei convertitori, dei i loro filtri, la loro sincronizzazione...
      Cmq non cambiare mai frequenza di campionamento in un progetto perhè come già ti è stato detto avrai modifica del pitch e velocità delle tracce (effetto nastro velocizzato o rallentato)
      Il midi si adatta no problem ma la cpu ti saluta XD
      Simo registrare a frequenze più elevate per poi tornare a 44 riduce i possibili errori della cpu.

      Inviato dal mio SM-J710F utilizzando Tapatalk


      alefunk ha scritto:

      Ciao a tutti, dentro le varie DAW ha senso impostare la frequenza di campionamento anche prima di esportare o registrare strumenti esterni?

      Nel caso servono o no 192 khz secondo voi?


      Se non hai tracce registrate o campioni è ininfluente, a mio avviso. Non avendo dei segnali non li scrivi e non li leggi, perciò la frequenza di campionamento (che in soldoni è la risoluzione con cui acquisisci/descrivi/riproduci un segnale) non si applica.

      Ogni suono è generato in tempo reale dall'elaboratore via VSTi, il problema si porrà quando le tracce dovranno essere stampate.

      Lattugo ha scritto:

      alefunk ha scritto:

      Ciao a tutti, dentro le varie DAW ha senso impostare la frequenza di campionamento anche prima di esportare o registrare strumenti esterni?

      Nel caso servono o no 192 khz secondo voi?


      Se non hai tracce registrate o campioni è ininfluente, a mio avviso. Non avendo dei segnali non li scrivi e non li leggi, perciò la frequenza di campionamento (che in soldoni è la risoluzione con cui acquisisci/descrivi/riproduci un segnale) non si applica.

      Ogni suono è generato in tempo reale dall'elaboratore via VSTi, il problema si porrà quando le tracce dovranno essere stampate.



      sì, in pratica dovrò sempre tenerla uguale perché i campioni li uso :)

      Grazie a tutti.


      Non ho capito la tua domanda sulla cpu.
      Io volevo solo dirti che riprodurre dei campioni audio (quindi parlo di suoni vst) che sono originariamente 44.1 o 48, ad una frequenza molto piu elevata richiede al pc un bello sforzo e quindi lavori con il rischio di messaggi cpu overload in continuazione.
      Ci sono dei plugin cmq che da soli applicano un oversampling della traccia volendo.
      Cmq ti accorgi della differenza da 44.1 a 192 soprattutto quando devi applicare effetti di pitch, perchè avendo molto più materiale su cui lavorare il plugin riesce a fare calcoli migliori, meno approssimati si potrebbe dire
      Con una frequenza di campionamento multipla di quella finale ottieni risultati un po' migliori. Alla fine della lavorazione converti a 44,1. Per un prodotto finale a 44,1kHz puoi usare 88,2kHz o 176,4kHz. Fai qualche prova e scegli in base a miglioramento di qualità, capacità di elaborazione del computer e dimensioni dei file. Non campionare a 96 o 192kHz, perché non sono multiple di 44,1, quindi l'interpolazione per la conversione finale vanificherebbe l'operazione.
      Gianluca
      Youtube: goo.gl/522kv4

      Datman ha scritto:

      Con una frequenza di campionamento multipla di quella finale ottieni risultati un po' migliori. Alla fine della lavorazione converti a 44,1. Per un prodotto finale a 44,1kHz puoi usare 88,2kHz o 176,4kHz. Fai qualche prova e scegli in base a miglioramento di qualità, capacità di elaborazione del computer e dimensioni dei file. Non campionare a 96 o 192kHz, perché non sono multiple di 44,1, quindi l'interpolazione per la conversione finale vanificherebbe l'operazione.


      questa non la sapevo proprio... grazie mille.