Cubase , Microsoft e i Plugins che non si caricano più

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Cubase , Microsoft e i Plugins che non si caricano più

      Salve a tutti,

      devo dire che la storia degli slots FLS mi fa davvero riflettere su come funziona male, malissimo , il mondo IT quando oggetto dei problemi software , di sviluppo , sono i musicisti. O , perlomeno, gli utilizzatori di DAW.

      Sinceramente erano state pochissime le occasioni nelle quali ero riuscito a saturare il numero degli slots e nemmeno ero a conoscenza della limitazione.

      Ultimamente , complice il passaggio da 8.5 a 9 e poi al 9.5 prima dell'ultimo aggiornamento , 9.5.20, questa storia mi si è presentata su alcuni progetti ricchi di VSTi ed FX .

      Ci sono molti thread a riguardo sia sul forum di Steinberg , sia su quello di altre communities relative ad altre DAW, su gearslutz come KVR, nonché discussioni parallele al problema della trasformazione delle Runtime Library di Visual Studio ,adottate su Windows 10 , che sembrano in parte essere complici della evidenziazione del problema.

      Non ha nulla a che vedere con le risorse disponibili sulla macchina , RAM e CPU, ma solo con la modalità con la quale i Plugins occupano memoria per thread. Tanto per dirne una , su Cubase 9.5 ,una volta lanciato gli slots liberi , verificabili con un programmino che si chiama FLS_checker, sono intorno ai 90.

      Con alcuni Plugins il problema si raddoppia o triplica addirittura. Con altri ,se sviluppati secondo il metodo dinamico di linking alle Runtime, praticamente non occupano slots. C'è da dire che lo stesso plugin caricato molteplici volte occupa sempre un solo slot e questo aiuta.

      Fabio Bartolini come workaround suggerisce di eliminare alcuni componenti di Cubase all'avvio, eucon , hub, video etc. per recuperare qualche slot. Altri propongono il jBridging anche dei plugin a 64bit sebbene questo poi influisca negativamente impattando sul Real Time Audio.

      Paradossale davvero , soprattutto per i Power users di Cubase ,che conoscono benissimo il problema da diversi anni, fare questa sorta di salto all'indietro quando si auspicava l'avvento definitivo del 64bit per evitare i colli di bottiglia rappresentati dal 32. Però la situazione è questa e , almeno fin quando sviluppatori e DAW producer non troveranno soluzioni adeguate, peraltro in sintonia con le direttive di Microsoft inerenti le Universal Runtime, dovremo fare attenzione a non esaurire questi dannati slots pena l'impossibilità di caricare ulteriori Plugins.

      Sono , ripeto, pochi i miei progetti che hanno sofferto di questa problematica ma , detto fra noi, mi risulta francamente inaccettabile.

      Magra soddisfazione vedere che il passaggio , con relativo reinstall , da Windows 7 Ultimate x64 a Windows 10 Pro x64 , continua a farmi propendere assolutamente per quest'ultimo.

      Saluti
      ...Musicalmente Parlando...

      loyuit ha scritto:

      Anche il mondo dei software ha i suoi limiti


      Assolutamente si! Ma mi sembra un secolo , parliamo dal 2012 in poi, che non avessi più problemi di limitazione di risorse . Peccato.

      loyuit ha scritto:

      Fatti un eq e un comp hardware di qualità e limitati ad usare i plugin della Daw
      Così circoscrivi gli update alla Daw.
      Ciao


      So che sei strenuo sostenitore del "ferro" ed in parte lo comprendo . Io OTB ormai faccio ben poco sebbene ho alcuni ferri. Ma la soluzione non è lì. Io penso che la soluzione è utilizzare più istanze dello stesso plugin una volta accertata la qualità dello stesso. Quando possibile. In attesa di soluzioni vere.

      MrRed ha scritto:

      Passate a Reaper... ;)
      PS Questo è il batsegnale per chiamare @barbetta57 che sicuramente sa come risolvere


      Purtroppo si sono mossi personaggi che nulla hanno da invidiare al buon barbetta57. Anzi. La stessa Steinberg si è più volte interfacciata con Microsoft tentando una sorta di mediazione. Questi sostengono a spada tratta un update di Visual Studio che per alcuni sviluppatori sembra un deciso ritorno al passato.

      La parte rilevante delle soluzioni , in tema di sviluppo , quindi ricompilazione dei plugins secondo il modello proposto da Microsoft , sta tutta nelle buone intenzioni dei produttori di Plugins. Vedremo con i prossimi updates , anche lato DAW , che cosa accade.

      Comunque , per chi ha voglia di approfondire la materia :

      steinberg.net/forums/viewtopic.php?t=109766

      steinberg.net/forums/viewtopic.php?t=134848

      steinberg.net/forums/viewtopic.php?t=126904

      steinberg.net/forums/viewtopic.php?t=123768

      kvraudio.com/forum/viewtopic.php?f=7&t=468608 fondamentale la lettura del post dell'utente Lucas-Paris il quale spiega in maniera davvero esauriente cosa sta accadendo e quali possono essere le strategie per ovviare al problema

      forum.juce.com/t/important-bre…-runtime-by-default/25276 questo thread è focalizzato più che altro sul tema sviluppo plugins e in particolare con riferimenti a Microsoft , differenze tra static e dynamic linking ed altre questioni inerenti la problematica

      Qui FLS_checker per chi volesse testare la propria DAW . Solo x64 ma sia in VST2 che VST3
      Saluti
      ...Musicalmente Parlando...

      Il messaggio è stato modificata 2 volte, ultima modifica da “luigi864” ().

      premesso che odio reaper....
      non mi sono mai posto il problema, e non sono mai arrivato a così tanti plugins. averne tanti può essere indice di moltissime tracce come di moltissimi insert. in questo caso, secondo il mio modesto parere, che non può essere altro che modesto, come diceva il mio compare, è che il suono di partenza sia sbagliato. inutile incaponirsi a mettere 12 insert su un canale per migliorare o fare chissà che ad un suono. però forse ho capito male ed in ogni caso abbasso reaper.
      a me pare che si sta andando verso una iperproduzione che di musicale ha ben poco, però questo è sempre il mio modesto parere. se poi una macchina è in grado di dare 100, si vuole 200. la prossima, che potrà dare 200, se ne vorrà ricavare 400, non sarà mai finita.
      edit: non so se tra le righe si intuisce, ma reaper mi sta sulle p@xxe

      barbetta57 ha scritto:

      premesso che odio reaper....


      Posso condividere il discorso sulla macchina ed essere d'accordo .Ma fino a un certo punto.

      Senza polemizzare : se mi dai il 64 bit e virtualmente posso caricare tutti i Plugins che voglio, almeno fino a che la macchina non si blocca per esaurimento memoria e capacità di calcolo , io pago per questo e se tu me lo dichiari ,ebbene , il software deve funzionare . Punto.

      Ma magari fosse un problema di risorse. Qui parliamo di una limitazione incappare nella quale non è che servano centinaia di tracce. Non parliamo soltanto di progetti di composers che utilizzano doppio Xeon e 64gb di RAM. Parliamo di problematica che ,a giudicare dal numero e dal tono degli interventi , non riguarda una piccola pletora di musicisti che vogliono spaccare in quattro il pelo sulle funzionalità di Cubase senza magari suonare manco una nota.

      Quindi , mi sta bene tutto , utilizzare meno Plugins diversi tra loro, sapere in anticipo quanti slots ho liberi ancora , fare anche render in place dove serve , utilizzare jBridge che mi soddisfa da sempre con i VSTi a 32 bit, dopodiché il limite esiste e non dovrebbe. Hai voglia a dire che , come altri sostengono , Reaper mi stia più o meno antipatico. Cubase in abbinata con Windows , qui è tutta la questione , non gira come su Mac dove il problema NON ESISTE.

      Per non parlare del fatto che quando arrivi intorno ai 10gb di RAM occupata , e non lo dico solo io, che sarei lo sfigato di turno, da anche altri problemi. Perché dalla 9.5.020 si vede che ci hanno messo le mani ma quanti bugs ,come questo denunciato dagli utenti da quasi 3 anni e ,peraltro dichiarato anche da Steinberg, restano irrisolti?
      ...Musicalmente Parlando...

      mark88 ha scritto:

      per curiosità, di quante tracce e quanti plugin parliamo?
      io giro ancora a 32bit :D


      Guarda io conosco musicisti non di primo pelo che con Windows Xp e 4Gb di RAM , Cubase 5 e poco altro , hanno fatto dei dischi.

      Calcola che se carichi una 90ina di plugins , oltretutto tra VSTi ed FX , una volta aperto il progetto se provi a caricare altri plugin non succede nulla. Quindi , a conti fatti , una decina di VSTi , un paio di FX in mandata , qualche eq e comp sulle singole tracce , qualche limiter sui BUS (se ti piace mixare a STEM) , insomma , non è che ci metti tanto a saturare gli slots disponibili.

      Ripeto : nel mio caso non capivo perchè accadesse e non ne ho mai tenuto conto . Ma su due o tre progetti ricordo perfettamente che mentre avevo ancora CPU diponibile ben oltre il 50% , con una latenza a 12ms , ram ancora circa 6 gb liberi , quindi risorse per caricare ancora strumenti ed effetti , se ci provavo non accadeva niente.

      Non è una bella cosa. Adesso che so di cosa sto parlando , detto fra noi , e anche questo è una ripetizione , mi pare inaccettabile sebbene mi renda conto che , almeno al momento , soluzioni nel mio caso non esistano. Se a barbetta sta sulle palle Reaper a me sta sulle palle MAC , Da sempre. Per una serie di motivi che non mi pare il caso di spiegare in questa sede.
      ...Musicalmente Parlando...
      Si concordo con la tua visione su Mac e anche sulle problematiche del software. visto anche quanto si fanno pagare.


      il motivo per cui ti chiedevo il numero di tracce e plugin è che a volte ho avuto dei progetti molto grandi (70 tracce con 4/6plugin aperti per traccia) e con la latenza a 1024 non ho mai avuto il minimo problema. con Cubase 5 a 32bit. motivo per cui, visto che le sue funzioni continuano a coprire tutte le mie esigenze, non ho mai visto il bisogno di aggiornarlo al 64bit e men che meno alle nuove versioni, preferendo spendere la moneta su nuovo hardware.
      prima lavoravo su XP/7, adesso su WIN8 che mi è sembrato molto più stabile e tranquillo di WIN10.


      @Barbetta: si anch'io odio Reaper. non ne odio la filosofia che è ottima, un buon programma a basso costo, ma la gestione delle finestre. sai quando si dice amore a prima vista? odio a prima vista :evil:

      loyuit ha scritto:

      Cioè non ho capito: i problemi te li da windows peró ti sta sulle palle mac?


      Stare sulle palle = non possibilità di dare sfogo ai primordiali istinti di smanettone, limitati anche dal non poteri scegliere componenti hardware per assemblare ad hoc la propria DAW, suppongo.

      Con l'amico fraterno luigi, sto condividendo la sensazione di disorientamento derivante dal fatto che egli denuncia.

      Il paradosso non indifferente, è l'aver speso discrete somme di denaro tra, componenti hardware di una certa caratura e software quale cubase pro, per trovarsi poi con un collo di bottiglia di natura imponderabile, nonchè imprevedibile, rendendosi conto, a volte, di non poter aprire progetti di qualche anno fa, che giravano perfettamente su macchine oggi ultra obsolete... non mi pare una cosa da poco.
      ​Stare sulle palle = non possibilità di dare sfogo ai primordiali istinti di smanettone, limitati anche dal non poteri scegliere componenti hardware per assemblare ad hoc la propria DAW, suppongo


      Purtroppo la compatibilità e la stabilità sono fattori fondamentali quanto la qualità delle componenti.
      E un adagio recita che l’insieme non è uguale alla somma delle sue parti.
      Ma è anche rappresentato da come esse interagiscono.
      Per questo un sistema operativo costruito sull’hardware potrebbe essere piu performante per compatibilità e stabilità rispetto a sistemi generici con hardware superiore. Dico potrebbe perchè potenzialmente un pc a parità di costo dovrebbe fornire specifiche superiori.
      Tutto é Soggettivo

      loyuit ha scritto:

      Cioè non ho capito: i problemi te li da windows peró ti sta sulle palle mac?
      Scusate ragazzi ,ve lo chiedo per favore, io ho evitato di dire le ragioni per cui non sopporto da sempre Apple e tutto il suo mondo. Mi piacerebbero due cose : che non diventi il solito thread Windows vs. OS e che ,soprattutto, non ne facessimo una questione personale.

      Io capisco che chi usa MAC non gradisce certe espressioni e nella fattispecie ha anche un senso. Ma al di là di questo il problema è solo ed esclusivamente di Cubase su Windows ed io per onestà intellettuale l'ho specificato.

      Questo , sia ben chiaro , non mi fa diventare più simpatico MAC.

      Però adesso la mia idiosincrasia con la mela è decisamente irrilevante.

      Tornando in topic : qui possiamo anche discutere , rispondendo a mark88, del fatto che se varie release di Windows siano implicate a vario titolo in questa problematica. Quello che scopro oggi , dopo aver utilizzato Windows 7 e testato per qualche mese illo tempore Windows 8 e poi 8.1 , è che la questione plugin si manifesta anche sulle release precedenti sia del sistema operativo che di Cubase.

      Per adesso Windows 10 mi soddisfa molto ma io non faccio testo essendo uno che triccka molto il sistema operativo sia per un discorso audio, che funzionale ed estetico.

      La questione FLS è diventata di pubblico dominio nel 2015 e la cosa non mi stupisce affatto . Bisogna tener conto del fatto che dall'avvento degli i7 in declinazione Sandy Bridge , avere un PC con comportamento fino a qualche anno prima riservato alle Workstation Professionali , prestante ed in grado di caricare un certo numero di plugins senza mostrare tentennamento alcuno, è diventata una realtà economicamente abbordabile. Quindi parliamo del 2011 o giù di lì. Sono stati sufficienti poco più di 4 anni a fare in modo che avere questa possibilità , lavorare magari con macchine a 64bit a livello software (già Cubase 5 lo permetteva...) , lasciasse emergere limiti che prima irraggiungibili potevano finalmente essere alla portata di un numero di utenti decisamente più grande.

      Qualcuno si è già espresso in modalità fantapolitica on sostenendo che Microsoft virando verso il mondo mobile non ha più alcun interesse a soddisfare il mondo audio dove , per ragioni diverse , da sempre non ha espresso il meglio della sua tecnologia. Eppure Windows 10 , se leggete le notizie relative al susseguirsi dei fastidiosi aggiornamenti cumulativi , scoprite che ha per esempio migliorato , e non poco , la gestione dell'audio per una diversa implementazione dell'accesso alla memoria e al kernel consentendo miglioramenti in termini di latenza misurabili in circa 2/4 ms a seconda degli scenari. Ovviamente non includendo , per mere ragioni commerciali e di royalties , il mondo Steinberg , ovvero l'ASIO e lo standard VST (cosa sulla quale , va detto per inciso, OS ha fatto nel tempo miglioramenti sostanziosi col suo Core).

      Che tutto questo possa apparire ad alcuni un problema inesistente , laddove magari la caratura dell'impiego non è esattamente professionale , vedi contesti ibridi o OTB , è per il sottoscritto ,come già dichiarato, perfettamente comprensibile. Ma se anche su questo tema , su queste pagine , si esercitasse la solita ,fastidiosa spocchia che relega questi temi a discussioni da bar , bene , allora c'è qualcosa da queste parti che non mi torna.

      La domanda è semplice : questione di lana caprina o forse non ho ancora spiegato correttamente di cosa stiamo discutendo? Mi pare che ai links sopra elencati non leggo interventi di utenti alle prime armi. Anzi , le lamentele più pesanti rivolte a Steinberg e Microsoft vengono da utenti che esplicitano il problema in una modalità che , accomunandomi a loro , non mi fa certo sentire così fuori dalla realtà come penso che si voglia ottenere con certi interventi che ho letto qui.

      Ma se non interessa il tema , e immagino che per alcuni ve n'è ampia scorta di ragioni , lo capisco perfettamente.

      Nessuno che ritenga questo possa essere un problema reale e non una masturbazione mentale?
      ...Musicalmente Parlando...
      Sicuramente, Luigi, questa cosa farebbe imbufalire anche me. Se come dici le prestazioni dovrebbero essere altre mentre invece hai riscontrato limitazioni e problemi, che dire...
      e non è nemmeno una questione mac vs pc: anche il Mac ha i suoi limiti....io negli anni proprio per le problematiche che citi ho deciso di cambiare approccio invece di stare a dietro a update, upgrade, compatibilità, Cpu e quant'altro. Due o tre macchine hardware e la Daw. Stop. Però se il tuo approccio è da super pc e copiosi plugins-vst ed è il modo che preferisci io sono il meno esperto a riguardo. Però il 3d sembrava più uno sfogo che una questione aperta a soluzioni ....una incazzatura che comprendo benissimo e che radicalmente ho affrontato tempo addietro cambiando approccio e limitando tutto ciò che concerne la parte informatica a una buona Daw, Logic Pro X, ai suoi plugins usati sporadicamente, nessun vst, solo strumenti outboard. Ed è tutto ciò che posso dirti.
      Ciao
      Tutto é Soggettivo

      loyuit ha scritto:

      Sicuramente, Luigi, questa cosa farebbe imbufalire anche me....
      Ciao


      No ,figurati, sei stato chiarissimo. Per un certo periodo anche io ho scelto di badare più a far musica che alle questioni tecniche informatiche. Avevo raggiunto un equilibrio prestazionale che , finalmente e dopo molti anni di frustrazioni di vario genere, mi lasciava lavorare tranquillo ai miei progetti.

      Più che sfogo il mio era il tentativo di condivisione a fronte di qualcosa che ritenevo qui di interesse generale . In realtà non ho nemmeno pensato che potesse esserlo per il discorso Cubase ma proprio perché investe la relazione tra DAW , Plugins e Microsoft.

      Io della DAW ho questa idea : la ritengo uno strumento musicale. Se poi smanetto , smonto , rimonto , aggiorno e quant'altro è a corollario dell'IT in musica , credimi , questo mi serve solo , sembra ovvio, per fare musica. Che poi a volte fare musica vada in secondo piano ,beh, non posso negarlo.

      Questa fattispecie viene a conferma.

      Anche se penso che ci possa convivere senza che ciò interferisca più di tanto con la mia creatività.

      Forse è più una questione da un lato di principio e dall'altro di privazione di una libertà acquisita a caro prezzo.
      ...Musicalmente Parlando...

      luigi864 ha scritto:

      Tornando in topic : qui possiamo anche discutere , rispondendo a mark88, del fatto che se varie release di Windows siano implicate a vario titolo in questa problematica. Quello che scopro oggi , dopo aver utilizzato Windows 7 e testato per qualche mese illo tempore Windows 8 e poi 8.1 , è che la questione plugin si manifesta anche sulle release precedenti sia del sistema operativo che di Cubase.


      ok quindi si verifica anche su WIN8 e/c con versionni precedenti di Cubase. questo mi interessava capire. :thumbup:

      barbetta57 ha scritto:

      premesso che odio reaper....
      non mi sono mai posto il problema, e non sono mai arrivato a così tanti plugins. averne tanti può essere indice di moltissime tracce come di moltissimi insert. in questo caso, secondo il mio modesto parere, che non può essere altro che modesto, come diceva il mio compare, è che il suono di partenza sia sbagliato. inutile incaponirsi a mettere 12 insert su un canale per migliorare o fare chissà che ad un suono. però forse ho capito male ed in ogni caso abbasso reaper.
      a me pare che si sta andando verso una iperproduzione che di musicale ha ben poco, però questo è sempre il mio modesto parere. se poi una macchina è in grado di dare 100, si vuole 200. la prossima, che potrà dare 200, se ne vorrà ricavare 400, non sarà mai finita.
      edit: non so se tra le righe si intuisce, ma reaper mi sta sulle p@xxe


      Ti posso Garantire che c'è tanta gente che odio il cubo ma proprio tanta. C'e gente invece che ha lasciato pro tools per reaper .
      Ma siamo sempre , nel mondo di chi a me piace a me non piace .
      Ti posso dire che reaper non è inferiore a nessuno anzi.Poi ripeto c'è a chi piace e chi non piace.

      stemarsi ha scritto:

      barbetta57 ha scritto:

      premesso che odio reaper....
      non mi sono mai posto il problema, e non sono mai arrivato a così tanti plugins. averne tanti può essere indice di moltissime tracce come di moltissimi insert. in questo caso, secondo il mio modesto parere, che non può essere altro che modesto, come diceva il mio compare, è che il suono di partenza sia sbagliato. inutile incaponirsi a mettere 12 insert su un canale per migliorare o fare chissà che ad un suono. però forse ho capito male ed in ogni caso abbasso reaper.
      a me pare che si sta andando verso una iperproduzione che di musicale ha ben poco, però questo è sempre il mio modesto parere. se poi una macchina è in grado di dare 100, si vuole 200. la prossima, che potrà dare 200, se ne vorrà ricavare 400, non sarà mai finita.
      edit: non so se tra le righe si intuisce, ma reaper mi sta sulle p@xxe


      Ti posso Garantire che c'è tanta gente che odio il cubo ma proprio tanta. C'e gente invece che ha lasciato pro tools per reaper .
      Ma siamo sempre , nel mondo di chi a me piace a me non piace .
      Ti posso dire che reaper non è inferiore a nessuno anzi.Poi ripeto c'è a chi piace e chi non piace.

      è mai possibile che nessuno, e dico nessuno, riesca a capire uno scherzo? ma forse sono gli utenti reaper che sono dotati di scarso sense of humor (SCHERZO)