aiuto con scelta vsti

      aiuto con scelta vsti

      ciao a tutti!
      strimpello il piano da un paio di anni con l'intenzione di capire e sapermi muovere tecnicamente quanto basta per usare synth vsti. vorrei un consiglio da voi esperti per, diciamo, ridurre al minimo la quantità di vsti che potrei usare. la musica "che ho in testa" è musica elettronica, MA, attenzione, non parlo di musica dance o techno, pensate piuttosto a vangelis, o alla colonna sonora di blade runner. insomma quel tipo di elettronica. vorrei capire quali synth usare, spesso leggo recensioni e mi capita di leggere che il tal synth è perfetto per "edm" o per suoni moderni etc, e non so proprio dove indirizzare la mia attenzione. pensavo che, ad ogni buon conto, farei bene a fornirmi di una libreria di piano, sia acustico che rhodes/wurli, più una libreria di hammond/farfisa/vox, che possono sempre servire per aggiungere un tocco qui e li. ma per i synth? ho una copia demo di arturia v collection, pensate sia utile? ho sentito parlar bene anche di omnisphere, ma non l'ho mai provato. insomma, se volessi ridurre al minimo i vsti, su quali dovrei puntare?

      scusate se mi sono dilungato tanto e grazie mille a chi vorrà aiutarmi :)

      paolo

      Nuovo

      Il sem, il mini e il modular moog della arturia piu un vintage verb della valhalla potrebbero darti molte possibilità. Chiaramente il sound vintage che citi risentiva (positivamente) di tutta la catena analogica della produzione, sia negli strumenti, sia nell'hardware da studio in registrazione, in mix e in mastering.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “loyuit” ().

      Nuovo

      Ciao, per il Rhodes ti consiglio senz'altro lo Scarbee Classic EP-88. Come Hammond: E' da poco uscita la v2 del B5 della Acoustic Samples, molto bello, tra i migliori. Per i suoni synth, io ho preso UVI Falcon che ha suoni straordinari (direi alla pari con Omnisphere come suoni, e superiore a quanto ne so per l'editing, ma io non l'ho nemmeno cominciato a studiare) : tra l'altro credo sia ancora in offerta (se sì, ancora per poco). In ogni caso i plugin ti consiglio di prenderli sempre scontati se puoi aspettare, prima o poi tutti fanno 'sales' e discounts...

      Per quanto riguarda i synth vintage, ce n'è un manicomio... se ti bastano quelli campionati senza possibilità estreme di editing sempre UVI ha tutto in offerta al momento: io ne ho diversi, tutti veramente belli e ben fatti. Io non sento la mancanza di controlli approfonditi per l'editing, ma d'altro canto non faccio il sound designer...

      Nuovo

      Se vuoi un approccio diverso e decisamente Off Topic valuta il true analog come alternativa ai vst. Sull'usato puoi trovare ottime macchine. Spenderesti magari leggermente di piu e saresti molto limitato rispetto a un virtual instrument. È un approccio diverso. Un Dark Energy e un Tanzbar Lite (e magari anche un Dark Time piu avanti) potrebbero essere un buon punto di partenza. Lavorando in multitraccia nella Daw con l'aggiunta di effetti software puoi fare dell'ottima elettronica con il gusto e il suono dello strumento hardware. Anche col solo Dark Energy o con un Mono Lancet, etc, insomma con un solo monofonico e una Daw puoi costruire autentiche sinfonie.
      Ciao