ReaEq in Reaper

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Ciao @bronzon !
      Io l'ho usato tanto e lo uso ancora, sicuramente è molto trasparente, forse il fatto che sia lineare dà l'impressione, rispetto ad altri (specie simulazioni del vintage) che il suo intervento sia meno deciso, perché non va a toccare le frequenze adiacenti.
      Ti dirò che sulle voci un ritocco di 2 o 3 db con curva un po' ampia attorno ai 3500hz dà una bella apertura, idem sulle alte per cercare l'aria, sugli strumenti dipende dove si va a intervenire, certo in alcune occasioni devo arrivare anche a 6db o qualcosa sopra per sentire cambiamenti importanti, ma questo accade anche con altri eq, in definitiva credo che siano la sua "discrezione" e trasparenza a farlo risultare poco invasivo, ma è anche il motivo per cui tante volte lo scelgo.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Ti dirò che ne uso meno di quanti potrei, semplicemente perché ne ho tanti altri, e perché a volte le interfacce minimali non sono molto invitanti, ma te ne elenco alcuni che trovo ottimi:
      - ReaDelay, un delay molto lineare e completo, sincronizzabile anche al BPM ovviamente, dove puoi aggiungere più riflessioni con diverse tempistiche e pan, quindi davvero ottimo anche per fare cose complicate, manca giusto di modulazioni che possano simulare un delay vintage, per cose più pulite è ottimo.
      - ReaSamplOmatic5000 (mi pare si chiami così), è un sampler molto curioso, da usare al volo, puoi dargli in pasto il wave presente su un'altra traccia e gestire rapidamente come farglielo suonare, creando anche loop velocemente, utile per creare in pochi minuti una percussione, o vocina, o piano rovesciato che suonano da tastiera.
      - ReaComp, certamente non si rifà a modelli storici dal suono particolare, ma fa il suo dovere, anzi integra anche una funzione che permette di fare la compressione in sidechain, quindi dandogli in pasto il segnale di un'altra traccia per controllare il compressore.
      - Midi Tool lo tengo praticamente su tutte le tracce midi, qualora occorresse attivare un transpose al volo su una traccia.
      - ReaTune poi è una sorta di Melodyne semplificato, che in una finestra grafica permette di vedere tutta l'intonazione del segnale audio sulla traccia e correggerlo disegnandoci sopra linee più regolari, forse l'interfaccia non è ancora delle migliori ma fa un ottimo lavoro e mi ha veramente salvato in più situazioni.

      Se poi cerchi sul canale Youtube "Reaperiani" troverai un video di un intero missaggio fatto solo con plugin di Reaper.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.